SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Vogliamo prendere di petto l’elaborazione del nuovo regolamento per l’occupazione del suolo pubblico». Il sindaco Gaspari lo dice a chiare lettere, annunciando quale sarà l’indirizzo che la sua amministrazione vuole adottare in questo settore. Fermezza, dunque, e interpretazione restrittiva delle norme.
Riferendosi alle attività commerciali e di ristorazione, ammette che è poco praticabile l’idea di far periodicamente smontare le strutture agli esercenti. «Fare questo ci porterebbe a vedere strutture di bassa qualità estetica e poco fruibili». Però, continua il sindaco, di fronte a strutture esterne fisse e invasive che occupano il suolo pubblico, il Comune è legittimato a chiedere agli esercenti un corrispettivo aumento in termini di servizi offerti e di messa a norma rispetto alle disposizioni vigenti.

L’estate è alle porte, dunque, ma il primo cittadino si dice fiducioso. «Per metà giugno daremo un quadro di norme certe».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 507 volte, 1 oggi)