SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un importante passo avanti nell’integrazione con gli immigrati: grazie alla collaborazione della Coop Adriatica, la Provincia di Ascoli Piceno ha aperto la nuova sede del Centro polivalente per gli immigrati, ribattezzato “Palaidea“. La struttura, una vecchia casa colonica di recente ristrutturata, che si trova proprio nei pressi del centro Ipercoop a Porto d’Ascoli, in via Pasubio, è stata ceduta in comodato gratuito dalla Coop alla Provincia.

L’assessore alle Politiche sociali della Provincia, Licia Canigola, ha affermato che «con il nuovo Centro polivalente forniremo in maniera più adeguata i servizi che, in passato, venivano svolti dalla sede di Grottammare sin dal 2000, diventata però troppo piccola». Esatto: perché l’aumento della popolazione immigrata nella Provincia è stato esponenziale: erano 6.217 nel 2000, sono arrivati a 22.021 nel 2006 (sono 1.980 a San Benedetto, 1.869 a Fermo, 1.546 ad Ascoli, 524 a Monteprandone).

Il “Palaidea” svolge attività di consulenza nei confronti degli immigrati (circa seimila nel 2006), come consulenza legale gratuita su vari problemi, curata dall’avvocato Rosenthal, corsi linguistici, corsi di informatica di base, attività sociali. Sarà anche il punto di sintesi delle idee e proposte delle 16 associazioni di immigrati presenti nell’intera provincia.

Inoltre, nel nuovo centro si terranno anche corsi e convegni destinati a tutta la comunità, in particolare ai giovani, con l’obiettivo di trovare un punto di contatto che favorisca l’integrazione degli immigrati. Il Palaidea, infine, oltre ad essere sede di stage e master per gli studenti dell’Università di Macerata, ospiterà anche il Coordinamento provinciale per le politiche giovanili e l’Osservatorio provinciale sull’immigrazione che, insieme, costituiranno il Centro di coordinamento tecnico territoriale sull’immigrazione e le politiche sociali.

«Per noi questo è anche un momento per ribadire la centralità dell’integrazione – ha ribadito l’assessore Canigola – dato che si respira un clima culturale di regressione su questi argomenti».

Durante la presentazione dell’accordo, erano presenti il responsabile del Centro polivalente Omar Khattab («Per noi è un giorno di festa, ringrazio la Provincia e la Coop») e il consigliere provinciale degli immigrati, Epiphanè Yovo Dossou, oltre che il direttore delle Politiche sociali di Coop adriatica Marco Gaiba e il presidente della Zona soci “Marche 2” di Coop Adriatica Luigi Giampaoletti, il quale ha affermato che inviterà Khattab e Yovo Dossou come membri permanenti del consiglio di zona della Coop, «senza dimenticare il tema delle Politiche giovanili, di cui ci vogliamo occupare in questa struttura, in quanto interrelato con quello dell’immigrazione».

«Non posso che rallegrarmi di questa scelta – ha dichiarato Epiphanè Yovo Dossou – Mi sto impegnando dal 1998 per far sì che la presenza degli immigrati sia utile al territorio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.283 volte, 1 oggi)