SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È iniziata lunedì 23 aprile e proseguirà fino alla fine di ottobre la derattizzazione e la disinfestazione dagli insetti nelle aree verdi pubbliche, con diffusione di prodotti chimici effettuata dalla ditta Gemme Servizi di Fabriano (unità operativa di San Benedetto). Contro gli insetti sono previsti 21 passaggi: tre a maggio e luglio, quattro a giugno e settembre, due ad agosto e ottobre.
Le operazioni vengono compiute di notte dalle ore 3 alle 6 in aree pubbliche, salvaguardano le abitazioni private, motivo per cui i residenti non hanno particolari precauzioni da prendere. Il successo di questo lavoro, ovvero il contenimento della presenza di insetti come le zanzare, è anche legato alle condizioni meteo, che possono favorire una proliferazione su aree ben più vaste. D’altra parte quelle pubbliche coprono il 25% circa del territorio, mentre nelle zone rimanenti la prevenzione è affidata ai privati. Particolare attenzione va rivolta a non lasciare ristagni d’acqua, che sono i principali ricettacoli di larve.
Quanto alla derattizzazione, sono attualmente installate in città 450 “ratto box”, ovvero scatole con topicida, regolarmente sostituito dagli addetti (sono previsti otto passaggi di disinfestazione all’anno, di cui sei per sostituire il prodotto nei box). Per “defumigare” la rete fognaria, infine, pure per abbattere le zanzare adulte, viene diffuso un prodotto nei collettori centrali, nel corso di un passaggio al mese da aprile a dicembre.
Per tutte queste operazioni il costo a carico del Comune è di 26 mila e 400 euro. Info: 348.7117611.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 868 volte, 1 oggi)