«Un grande successo che va oltre le più rosee previsioni». Così Luciano Agostini,assessore regionale al turismo, ha commentato I risultati della terza edizione della manifestazione enogastronomica “Fritto misto”, svoltasi nei giorni ad Ascoli Piceno. Secondo I dati ufficiali forniti dallo Iat di Ascoli, c’ è stato un incremento delle presenze turistiche del 25 per cento rispetto all’edizione dell’anno scorso che ha fatto registrare un’affluenza di 30 mila presenze. Tutte le strutture ricettive della città e dell’hinterland hanno hanno registrato il tutto esaurito, molto positiva anche la presenza dei turisti nelle country houses e negli esercizi di agriturismo, con un incremento signficativo anche nell settore della ristorazione. Agostini ha ringraziato gli operatori commerciali della città che hanno tenuto aperti gli esercizi durante I giorni dell manifestazione. Ha poi sottolineato l’originalità della manifestazione, unica in Italia, evidenziando l’interesse della stampa nazionale. Agostini si anche soffermato sulle prospettive della manifestazione augurandosi che si trasformi in una vera e propria fiera nazionale del fritto misto. Obiettivo ambizioso da perseguire con il coinvolgimento di tutte istituzioni pubbliche,Regione,Provincia,Comune, della camera di commercio,della Fondazione Carisap, degli imprenditori. Al riguardo ha annunciato che la Regione Marche, che ha speso 80-100 mila euro per sostenere la manifestazione, si farà promotrice di un’iniziativa affinchè alla prossima edizione di “Fritto misto partecipino anche le Regioni italiane. Un’ulteriore conferma della piena riuscita della manifestazione ascolana viene anche dai dati forniti da Stefano Greco, che ha curato la parte promozionale dell’iniziativa: 90.000 assaggi,più del doppio dello scorso anno, 55 tipologie diverse d fritto, 24.500 olive fritte ascolane, 3.800 cannoli siciliani,2000 bottiglie di vino, circa 200 prenotazioni di pacchetti turistici. (s.p.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 690 volte, 1 oggi)