MARTINSICURO – Paolo Camaioni, di “Cittattiva” riassume l’intero programma elettorale in una parola: “semplicità”, che si rispecchia nei cinque punti fondamentali del programma, e nella realizzazione delle opere, che non necessariamente devono essere “faraoniche”, bensì funzionali alle esigenze che devono andare a soddisfare.

«Sicurezza e ordine pubblico, turismo, ambiente e territorio, solidarietà sociale, attenta politica di bilancio: cinque aspetti fondamentali di una cittadina che vogliamo portare ad un radicale rinnovamento», queste le parole del candidato sindaco della lista civica truentina.

«Uno degli aspetti che cureremo maggiormente – prosegue – sarà quello della solidarietà sociale, per un generale miglioramento della qualità della vita a Martinsicuro.

Il problema della criminalità, infatti, attualmente è piuttosto vivo nella città anche a causa della mancanza di strutture di aggregazione che permettano ai giovani di impegnare in maniera sana e proficua il loro tempo libero. Ma l’aspetto sociale riguarda anche la creazione di una politica assistenziale per le persone bisognose: anziani e disabili, ad esempio, che troppo spesso vengono lasciati a loro stessi senza ricevere gli aiuti che necessitano.

Un altro punto sul quale interverremo sarà quello della scuola: al momento infatti i plessi scolastici esistenti sono del tutto disomogenei, per quanto riguarda regolamenti e orari, e sono necessari oltretutto anche degli interventi volti ad una migliore integrazione dei numerosi ragazzi extracomunitari. Non è concepibile che gli abitanti di Martinsicuro sempre più spesso scelgano di mandare i loro figli nelle limitrofe scuole di San Benedetto, considerate più sicure e garanti di un migliore apprendimento scolastico».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 731 volte, 1 oggi)