SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tanta Samb nella Puglia calcistica del prossimo anno? Può darsi. E c’entra fino a un certo punto il contratto triennale firmato a fine aprile da Davide Desideri con il Bari.
Il club di Vincenzo Matarrese infatti sta seguendo con interesse altri due giocatori rossoblu: l’attaccante Daniele Morante – come abbiamo già avuto modo di sottolineare su questo giornale l’ex Pro Vasto costituirebbe un’ottima alternativa nel caso in cui venisse ceduto Vincenzo Santoruvo (per la punta di Bitonto stagione in chiaroscuro, con 7 gol all’attivo) – e il difensore Manuel Landaida, tutti e due visionati più volte direttamente da mister Materazzi.
Discorsi ad ogni modo che il club biancorosso vorrebbe approfondire più avanti, magari a salvezza raggiunta.
Momento delicato anche per un’altra formazione pugliese, il Taranto, che a breve vivrà l’appendice play off. Il diesse ionico Luca Evangelisti da tempo sta seguendo alcuni giocatori alle dipendenze di mister Ugolotti. Compreso quel Desideri che poi ha preso la via di Bari.
Resta però forte l’interesse per Fabio Visone – in scandenza – Daniele Morante e Massimiliano Carlini. La trattativa più avviata dovrebbe essere proprio quella con il centrocampista napoletano – che ha ammesso i contatti con la dirigenza pugliese (cliccate QUI) – per il quale Taranto costituirebbe un ritorno, visto che l’ex Fermana ha già vestito la maglia degli ionici nella stagione 2001-2002. Fu lo stesso Evangelisti a prelevarlo dall’Avellino.
«Lo conosco molto bene – rivela il diesse tarantino – E’ un giocatore cresciuto parecchio negli ultimi anni, fermo restando che già allora prometteva bene. So però che dietro a lui ci sono tante altre squadre».
Più in generale Evangelisti ammette: «La Samb ha disputato un’ottima stagione. Nelle sue file ci sono giovani molto interessanti, allenatore compreso. Diciamo che ci stiamo interessando, abbiamo fatto seguire qualche giocatore nel corso dell’anno, ma è ancora presto. In questo momento siamo super-concentrati per i play off e soprattutto sarebbe una mancanza di rispetto per i giocatori in organico stare a parlare di altre ipotesi».
Infine la sintesi: «Ritengo che se dovessimo salire in serie B le possibilità di approfondire il discorso con la Samb sarebbero maggiori. Ma adesso non possiamo permetterci distrazioni: ci sono la partita contro l’Avellino e poi gli spareggi promozione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.291 volte, 1 oggi)