SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fainplast 64 beffata. L’imbarcazione sambenedettese, che sabato 5 maggio a Malta ha vinto la prima tappa Endurance del campionato Mondiale offshore Powerboat P1, è stata squalificata il giorno successivo alla premiazione.
Il motivo? Il team Metamarine formato da Marco Pennesi, Stefano Cola e Stefano Bonanno avrebbe saltato una boa, per la precisione la seconda (denominata Y). Usiamo il condizionale perché gli stessi protagonisti, anche e soprattutto in virtù del mare grosso che c’era all’isola della Valletta, non sono sicuri di avere effettivamente passato quella boa.
Pennesi e compagnia ad ogni modo hanno di che recriminare: a differenza di quanto prevede il regolamento infatti, i giudici di gara non hanno segnalato la presunta infrazione sventolando la bandiera nera (in questi casi è poi l’imbarcazione in questione a decidere se proseguire la gara o farsi squalificare).
Fatto sta che la Metamerine è già ricorsa all’Unione Internazionale Motonautica, l’organo che controlla tutte le federazioni nazionali. I tempi saranno certamente lunghi, ma è probabile che la gara verrà annullata e quindi ripetuta.
Il prossimo impegno per la Fainplast 64 è ora fissato per i prossimi 26 e 27 maggio, a Napoli, per la seconda tappa del campionato mondiale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 900 volte, 1 oggi)