CUPRA MARITTIMA – Nel febbraio scorso un giovane fermano di 19 anni è stato derubato di 500 euro mentre si trovava appartato con una prostituta. Il compagno della donna si è introdotto improvvisamente nell’auto dove si trovavano i due, minacciando e derubando il ragazzo.

La prostituta è una 53 enne originaria di Cosenza mentre il suo compagno è un trentenne originario di Nola, in Campania. I 500 euro erano stati appena prelevati da un bancomat grazie alla carta di credito del padre del ragazzo, che dopo aver subito la rapina si è subito recato dalle forze dell’ordine per sporgere denuncia.

I protagonisti del fatto sono stati arrestati il 3 maggio dalla Polizia, dopo che il sostituto procuratore fermano Antonio Bartolozzi ha raccolto numerosi elementi d’indagine che hanno portato alla luce altri episodi in cui la coppia criminale aveva agito con la stessa tecnica e la stessa tempistica.
Ora i due dovranno rispondere di rapina ed estorsione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.691 volte, 1 oggi)