SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La casa cinematografica sambenedettese “Stamen Film“, fondata da Mario Petrocchi, Alessandro Perozzi e Luigi Maria Perotti nel 2001, e che lavora in Italia e all’estero nella produzione di documentari e programmi televisivi di qualità, ha recentemente prodotto il documentario “Street Boulder“.

Scritto e diretto da Rovero Impiglia, il documentario racconta dello street-bouldering, una disciplina sportiva che in Italia registra il maggior numero di praticanti e una grande organizzazione.

Si tratta di una variante urbana dell’arrampicata, che si pratica in ambiente naturale, nata come reazione al paesaggio urbano, sempre più crescente, e con l’obiettivo di vivere la città anche nelle sue forme verticali. Chi pratica lo streeet-bouldering, trasforma la facciata di un palazzo, un monumento, o un ponte, in una parete da scalare con cui confrontare abilità fisiche e mentali, come accade in montagna.

Il documentario racconta la storia e gli aspetti più importanti della nuova disciplina sportiva, attraverso la voce dei fondatori e dell’ex campione mondiale, l’ascolano Mauro Calibani, arricchito inoltre da immagini spettacolari. Il film, che ha partecipato al concorso della 55ma edizione del Festival Internazionale della Montagna di Trento, è stato proiettato al cinema Modena 3 di Trento, lunedì 30 aprile e nei prossimi mesi sarà trasmesso da Nat Geo Adventure canale 405 del bouquet SKY.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.178 volte, 1 oggi)