FERMO – Nuova operazione del Comando provinciale della Guardia di Finanza. L’ultimo blitz è scattato alcuni giorni fa nei confronti del gestore di nazionalità cinese di una pelletteria del fermano, nei cui confronti erano state in precedenza acquisiti riscontri sull’impiego di manodopera clandestina di connazionali.

Alle prime ore del mattino, le Fiamme Gialle della Compagnia di Fermo hanno fatto irruzione nei laboratori dell’esercizio, trovando complessivamente nove persone, tutte di nazionalità cinese; i controlli effettuati hanno fatto quindi emergere sostanziali irregolarità nei confronti di sei delle persone individuate.

Per tre di questi è scattato subito l’arresto, perché non avevano rispettato un precedente ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale; per gli altri tre sono invece partite le procedure di espulsione presso la Questura di Ascoli Piceno.
Le indagini proseguono ora attraverso l’analisi della contabilità del titolare della pelletteria, teso a ricostruire tutti i movimenti dell’impresa, con particolare riguardo a quelle finanziarie connesse all’impiego del personale clandestino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 353 volte, 1 oggi)