SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Soffrire fino all’ultimo. È il destino del Porto d’Ascoli che sabato si giocherà un’intera stagione davanti al proprio pubblico, nel corso del match con un Comunanza già promosso.
Al momento non basta il quarto posto a braccetto con il Montottone, impegnato in casa contro il Monticelli.
«Dobbiamo contare solo sulle nostre forze – ha commentato il tecnico Dino Grilli – quindi pensiamo a battere i nostri avverdari, se poi dovessimo fare lo spareggio non ci strapperemo di certo i capelli».
«Potevamo festeggiare a Petritoli, così non è stato. Senza parole per l’arbitraggio, condizionato dai tifosi locali. Tuttavia sono rammaricato per la prestazione della squadra, specie per la difesa che ha commesso gli errori di inizio campionato».
«Comunque ho capito una cosa – ha continuato Grilli – i punti che abbiamo conquistato sono per merito nostro. Non mi aspetto nessuna sorpresa in questa ultima giornata. Ce la giochiamo come abbiamo sempre fatto: umiltà e determinazione».
BORSINO Fiorino, reduce da uno stiramento, dovrebbe partire dalla panchina. Del Toro sta curando un dolore al tendine, probabile che non partirà nell’undici titolare.
Pompei
infine ha una piccola lussazione alla spalla; da verificare le sue condizioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 317 volte, 1 oggi)