SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutto (o quasi) confermato: il centrocampista della Samb Davide Desideri il prossimo anno vestirà la maglia del Bari e, sempre che i “galletti”, attualmente in piena zona play out, al quint’ultimo posto della graduatoria, sapranno risollevarsi, farà il suo esordio nel torneo cadetto.
Meno previsti invece i risvolti di una trattativa che si è conclusa giusto la scorsa settimana. Le rivelazioni dell’ex rossoblu, fatte nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta in tarda mattinata al Caffè Florian (cliccate QUI), in pieno centro di San Benedetto, davanti a giornalisti e a qualche tifoso (presenti pure i compagni di squadra Landaida e Iovine, oltre al preparatore dei portieri Coccia), rischiano di far scoppiare un polverone in seno alla società.
Sarà soprattutto il direttore generale Claudio Molinari – che, interpellato al telefono, si è limitato a un «sono in vacanza, ne parliamo al mio ritorno, giovedì» – a dover dare delle spiegazioni su una vicenda che al momento presenta molti lati oscuri.
Sarebbe stato lo stesso dirigente trentino, e non per esempio il diesse Pavone, a seguire in prima persona la trattativa con il Bari. Senza però avvertire il presidente Gianni Tormenti, così almeno sostiene Desideri. Perché mai?
L’unica cosa certa in tutta questa storia è che la società ha “perso” un giocatore, peraltro di valore, a parametro zero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 917 volte, 1 oggi)