MARTINSICURO – Ai nastri di partenza la settima edizione della Maratona dell’Adriatico, la quinta Maratona d’Abruzzo. Si correrà domenica 29 aprile. Tanti gli atleti iscritti, provenienti da tutta Italia – in minoranza quelli abruzzesi – che percorreranno i 42 kilometri e 195 metri del percorso.
«Quest’anno ci siamo dovuti inventare un bel percorso – ha detto Luigi Chiodi, vice presidente FIDAL, e tra gli organizzatori della competizione – La manifestazione che si svolgeva le prime settimane di aprile, lo scopo era portare turismo alla costa, si farà nel solo comune di Martinsicuro, dalla Val Vibrata al Tronto. Avremo comunque un bel duello, quello tra Mario Ardemagni, medaglia d’argento agli Europei del 2005 e Giorgio Calcaterra, campione italiano dei 100 Km e tra l’azzurra Giovanna Cavalli e l’ultramaratoneta Monica Carlin pronta a rendere dura la gara alla collega».
L’evento sportivo firmato “Ricci Sport-L’Uomo Lepier” è stato annunciato giovedì al Casablanca di Martinsicuro.
Presenti oltre a Giovanni di Benedictis, già primatista italiano ed europeo, vice campione mondiale indoor, gli organizzatori, Mario Ricci e il suo vice Leo di Berardino, Italo Canaletti, presidente CONI, Domenico Narcisi, presidente FIDAL, Luciano Di Marzio, presidente Confartigianato, l’avvocato Savino Lolli, il professore Francesco Cianciarelli, presidente onorario del comitato organizzatore, l’attrice Susanna Mendoza, Serafino di Monte, decano dei giornalisti abruzzesi, altri esponenti della stampa, amici, simpatizzanti e sostenitori.
Assente giustificata, poiché in ritiro con la Nazionale in vista dei Campionati Europei, Simona Di Eugenio, primatista mondiale ed europea di pattinaggio. I suoi auguri ai maratoneti e al direttivo sono stati portati dai genitori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 983 volte, 1 oggi)