SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mille posti auto in totale, 60 centesimi di tariffa oraria, 5 euro di tariffa giornaliera. Parcheggi a pagamento su tutto il lungomare dalla Rotonda “Salvo D’Acquisto” fino alla Palazzina Azzurra, dalle 9 fino alle 21, per il periodo che va da metà maggio a metà ottobre.
Niente colonnine per acquistare i ticket, che saranno venduti invece da stabilimenti balneari, alberghi ed edicole. Il ricavato per le casse comunali (si stima una cifra intorno alle 400 mila euro per estate) sarà reinvestito nell’immediato per la promozione turistica della città, mentre in futuro servirà a pagare la rata annua del mutuo per la riqualificazione del lungomare nord. Una volta che, beninteso, il Comune approverà un’ipotesi progettuale e un piano finanziario. Il completamento del fiore all’occhiello della città costerà intorno ai sei milioni di euro.
Il 23 aprile il Comune ha incontrato le associazioni di categoria (Confcommercio, Cidec, Confesercenti, Assoalbergatori San Benedetto, Imprenditori Turistici Balneari). Il rappresentante di quest’associazione Giuseppe Ricci si riserva di esprimere un commento («è un cambiamento importante, da prendere con le molle»), per gli altri c’è un sostanziale assenso, anche se con qualche distinguo («se organizzata male, la proposta rischia di essere un biglietto da visita negativo per il turista – afferma Maria Angellotti di Confcommercio – e poi le auto che girano per trovare parcheggi gratuiti potrebbero intasare il traffico ancora di più»).
PARCHEGGI GRATUITI. Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione i Comuni devono assicurare zone di sosta gratuita nelle vicinanze di quelle a pagamento. A ovest della ferrovia, perciò, si potrà parcheggiare presso lo stadio “Riviera delle Palme” e il Palacongressi; sotto i piloni dell’Ascoli-Mare c’è molto spazio disponibile, che sarà sfruttato fin da questa estate, anche se nei prossimi anni arriverà un finanziamento per realizzare un progetto di parcheggio più sofisticato.
Sul lungomare ticket orario anche per i residenti. «Non ci sembra iniquo – commenta il sindaco Gaspari – visto che di notte non si paga».
Rete Ferroviaria Italiana ha dato l’assenso per le opere di manutenzione dei sottopassi pedonali sotto la ferrovia. Ma saranno a carico del Comune.
TRASPORTO PUBBLICO. Il Comune vanta un credito nei confronti della Start, che deve corrispondere ancora 14 mila Km nelle linee urbane. L’azienda di trasporto pubblico assicurerà bus navetta gratuiti, prolungherà l’orario dell’ultima corsa sul lungomare fino alle 2:00 e aumenterà la frequenza delle varie linee. Inoltre metterà a disposizione un autobus “cabriolet” per i turisti.
SEGNALETICA E COMUNICAZIONE AI TURISTI. L’Azienda Multiservizi farà le strisce blu sul lungomare; la segnaletica verticale dovrà giocoforza aumentare, per far capire bene ai turisti le aree di parcheggio libero. Il Comune, inoltre, dovrà prodigarsi in opere di comunicazione, per rendere ben accetto il provvedimento ai cittadini e ai turisti. Fargli comprendere, insomma, che si tratta di un sacrificio necessario per avere una città più bella.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.758 volte, 1 oggi)