SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Circolo Nautico Sambenedettese completerà e gestirà la nuova darsena turistica. Il 20 aprile la Capitaneria di Porto ha accettato la proposta pervenuta dall’associazione presieduta da Paolo Tartaglini; gli altri tre progetti presentati erano quelli della Azienda Multiservizi, della Fortek srl e della sede locale della Lega Navale Italiana.
La Capitaneria di Porto ancora non conferma ufficialmente la notizia perché il Circolo Nautico Sambenedettese ora dovrà regolarizzare con urgenza la propria posizione in merito a una serie di adempimenti.
Per quanto riguarda il completamento della darsena, verranno istallati due ulteriori pontili galleggianti per rispondere ai momenti di maggiore domanda di ormeggi.
Il nuovo gestore dovrà anche provvedere a installare servizi igienici, servizi ecologici per la raccolta differenziata dei rifiuti e vasche di stoccaggio temporaneo delle acque oleose.

Fra i quattro progetti presentati non c’erano grandi differenze sostanziali perché in seguito alla concertazione fra i vari enti pubblici è stato dato un preciso indirizzo d’uso che comprendeva la determinazione del tipo di opere realizzabili e l’individuazione delle zone demaniali concedibili.
Il completamento della darsena turistica è condizione preliminare per concorrere all’assegnazione di una serie di riconoscimenti come la Bandiera Blu per gli approdi turistici e le “Vele” di Legambiente. Per quanto riguarda la Bandiera Blu, occorre che le acque del porto e quelle prospicienti non siano visivamente inquinate, che ci siano attrezzature per la raccolta di residui di olio, vernici e prodotti chimici, che ci sia la possibilitá di smaltire le acque di sentina e delle toilettes delle imbarcazioni e che si mettano in atto gli accorgimenti per lo smaltimento dei residui di lavorazione cantieristica. Infine occorrono luci e acqua potabile sulle banchine.

Le “Vele” assegnate da Legambiente sono invece indicatori di un giudizio complessivo sul centro balneare, che prendono in considerazione una serie di parametri ambientali ma anche ricettivi e organizzativi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.113 volte, 1 oggi)