SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ stato avviato venerdì 20 aprile il progetto di orientamento dell’Eurispes Marche dedicato all’incontro tra il mondo dei giovani e quello dei rappresentanti del mondo del lavoro. Il progetto punta a facilitare l’incontro tra gli studenti degli ultimi anni e alcuni decisori del mercato del lavoro.

Il primo degli appuntamenti, dedicato alla Provincia di Ascoli Piceno, si è svolto presso l’Istituto Tecnico Commerciale “A.Capriotti” di San Benedetto alla presenza di Sandro Cacchiarelli, direttore delle Poste della Regione Marche, Luciano Vizioli, direttore della Confindustria della Provincia di Ascoli Piceno, Maurilio Cestarelli dirigente del settore formazione professionale della Provincia di Ascoli Piceno.

Il tema affrontato ha riguardato alcuni dati sul nostro territorio che il presidente dell’Eurispes Marche Camillo Di Monte ha reso noti e che hanno formato oggetto di un interessante dibattito. Tra gli argomenti affrontati il calo delle immatricolazioni riscontrato nel 2005/2006 dell’1,5% rispetto all’anno precedente, il massiccio ricorso alle lauree brevi 92,9% rispetto alle lauree tradizionali 5,7%, la prevalenza delle donne 56% rispetto agli uomini 44% negli atenei italiani, a scelta della facoltà universitaria 1° ingegneria gestionale 2° farmacia 3° economia e commercio 4° odontoiatria 5° scienze della comunicazione.

Nella Provincia di Ascoli Piceno, i giovani sono fortemente orientati alla scelta della facoltà legandosi più alla “passione e ai sogni” e poco alla razionalità del mercato del lavoro. Da un’indagine dedicata ai giovani sambenedettesi, richiamata nel corso dell’incontro, risulta che i giovani hanno quali priorità la famiglia, il lavoro e la salute.

I giovani sambenedettesi quindi guardano al futuro con un pizzico di egoismo ma con grande senso di responsabilità, facendo cadere tutti i luoghi comuni che attribuiscono alle nuove generazioni la voglia di successo a tutti i costi e di potere.

«Il progetto – afferma il dott. Camillo Di Monte – intende essere itinerante. Altri incontri infatti si terranno in vari istituti della Provincia e più in generale della regione, con il coinvolgimento di tutte le principali realtà economiche del territorio. Dagli interventi di Vizioli, Cestarelli e Cacchiarelli è emerso un dato inconfutabile: la qualità della preparazione professionale è l’unico elemento che può rendere vincente un giovane nel mondo del lavoro».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 352 volte, 1 oggi)