SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’opposizione non “molla la presa” sulla riqualificazione del lungomare di San Benedetto. Dopo Forza Italia, stavolta tocca ad An puntare il dito contro l’amministrazione comunale: «Senza la riqualificazione del lungomare nella sua interezza – afferma il coordinatore comunale del partito, Luigi Cava – fino al centro di San Benedetto, verrà naturale a chicchessia individuare l’inizio di Porto d’Ascoli con la linea posta all’altezza de Las Vegas che separa il tratto riqualificato da quello che resterà non riqualificato».

Cava intravede oscuri presagi nell’azione amministrativa della Giunta: «Stando al bilancio di previsione ed al piano pluriennale degli investimenti, nulla è previsto in riferimento al completamento dei lavori del lungomare. Così facendo rischiamo di alimentare quella devastante patologia dell’immagine di una San Benedetto divisa oltre che invasa dagli “ex” e dalle “incompiute”, l’ex Tirassegno, l’ex Camping, l’ex Galoppatoio, l’ex Palazzo dei Congressi, l’ex Ballarin e via dicendo».

Il coordinatore di An conclude rivolgendo un interrogativo all’amministrazione: «Riprenderanno i lavori di riqualificazione ad ottobre?»

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 710 volte, 1 oggi)