Ruspe e abusi. A parte certe considerazioni esagerate sulla decenza delle dichiarazioni di Sandro Assenti, la coda di un commento del consigliere di maggioranza, Daniele Primavera all’articolo “Ruspe da “Andrea”, tutto rinviato ad ottobre” , è abbastanza inquietante da meritare un maggiore risalto. Magari per permettere chiarimenti agli interessati su queste sue frasi che “nude e crude” («La richiesta di perseverare, testualmente, “fino all’inizio della stagione estiva”, cioè BEN OLTRE la fine di Aprile, è stata pubblicata pochi giorni fa a nome di tutti i capogruppo di maggioranza: mi auguro che il sindaco non “strappi” in questo modo dalla volontà di tutti i gruppi di maggioranza, sarebbe molto grave») lasciano trasparire una piccola crisi che, indipendentemente dalle strategie politiche, credo che i cittadini ritengono assolutamente prematura.
Sapete cosa mi fa venire in mente quello che sta accadendo? Quel mio DisAppunto di alcuni mesi fa quando tacciai di immobilismo i nostri “giovani politici”: Paolo Canducci e Daniele Primavera sono due di loro. Pericolo di crisi a parte, felice di essermi sbagliato. Al di là di tutto, però, questo tipo di contrasti trasparenti, e non dietro le spalle dei cittadini, fanno bene alla democrazia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 653 volte, 1 oggi)