GROTTAMMARE – Si ferma Giordano Napolano. L’attaccante del Grottammare domenica scorsa, nel corso della sfida del Pirani contro il Morro d’Oro, a inizio ripresa si è infortunato alla coscia destra. L’esame ecografico a cui il giocatore si è sottoposto ha evidenziato uno stiramento.
Tempi di recupero? Probabile che per il biancazzurro la stagione sia ormai finita. Bene che vada tornerà a disposizione per l’ultima partita casalinga, il 6 maggio, contro la Renato Curi.
All’ex San Marino insomma, reduce da un altro infortunio, seppure di poco conto, all’altra coscia, l’oscar della sfortuna.
GLI ALTRI OK Nessun problema invece per Gasparroni che contro l’undici abruzzese aveva preso una botta. Il giocatore, anche lui sostituito a inizio ripresa, ha ripreso ad allenarsi regolarmente. A pieno regime pure Laino, acciaccato e comunque in campo, per un tempo, domenica scorsa.
PUGLIA Il migliore contro il Morro d’Oro. Schierato nell’inedito ruolo di attaccante – ha rimpiazzato lo squalificato Fanesi – Puglia ha costituito il principale pericolo per la difesa ospite e, nonostante gli sia mancato il gol, ha sfornato una prestazione super. Eppure non era al 100%: è tornato in campo dal 1′ dopo un mese. Domenica prossima ad ogni modo, per la partita di Fano, sarà tirato a lucido.
FANO E POI PERGOLESE Doppio impegno nel ristretto spazio di quattro giorni. Trasferta insidiosissima a Fano e poi, mercoledì, turno infrasettimanale al Pirani, dove sarà di scena la Pergolese. E proprio quest’ultimo incontro sarà fondamentale in chiave salvezza per gli uomini di Amaolo, che chiedono al campionato anche 3 o 4 punti per poter festeggiare l’obiettivo di inizio stagione. Stando al grande equilibrio che sta contrassegnando un girone F mai così ostico, non si può non essere soddisfatti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 404 volte, 1 oggi)