MONTEPRANDONE – Resta delicata la situazione del Centobuchi dopo la vittoria di domenica scorsa sul Riccione. I tre punti guadagnati contro i romagnoli sono certo importanti per rimanere attaccati al gruppone di squadre che stanno cercando di evitare i play out, ma non bastano per rendere meno critico il finale di stagione degli uomini di Marocchi.
La classifica recita ancora quart’ultimo posto (con 36 punti), seppure a pari merito con il Verucchio. La salvezza insomma è 3 lunghezze più su, a quota 39, dove troviamo Maceratese, Morro d’Oro e Tolentino. Le prossime due tappe saranno fondamentali: domenica autentico spareggio al “Centro Sportivo” di Villa Verucchio, coi rosanero reduci dalla vittoria nel derby con il fanalino di coda Cattolica. Poi, tre giorni dopo, si torna al Comunale, dove sarà di scena la Maceratese dell’ex Giorgio Galli. Scontata la sintesi: per questi due incontri passa una grossa fetta di salvezza diretta.
RIPRESA Corradetti e soci sono tornati a sudare sul prato del Comunale, in vista della trasferta di domenica. A proposito: probabile che la comitiva biancoceleste partirà per il ritiro in terra riminese nella giornata di sabato.
Alla ripresa intanto mancavano Rosa, che ha preso una botta nel corso del match contro il Riccione, e Simoni, alle prese con un risentimento muscolare. La loro presenza a Verucchio ad ogni modo non è in discussione.
Assente pure Iachini – tornerà a disposizione dopo aver scontato il turno di squalifica rimediato nella sfida a Città Sant’Angelo – che ha risposto alla convoncazione della Nazionale Under 18 di mister Polverelli, nelle cui file mercoledì giocherà un’amichevole contro il Siena.
Mercoledì intanto il Giudice Sportivo squalificherà il portiere Spina, espulso, seppure dalla panchina, nel concitato finale della sfida di domenica scorsa contro il Riccione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 313 volte, 1 oggi)