SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stellare o quasi. Il Porto d’Ascoli si è presentato così davanti ai propri sostenitori grazie alla cinquina rifilata al Monticelli. Consolidata la quarta posizione anche se non si può stare del tutto tranquilli: Acquasanta e Montottone sono attardate rispettivamente di due e tre lunghezze.
Mister Grilli, visto da fuori il risultato ineccepibile. Non è stato tutto perfetto però.
«Devo tirare le orecchie a qualcuno. Non dobbiamo mai dimenticare che siamo una squadra che non deve mollare mai altrimenti mettiamo l’avversario in condizione di fare ciò che vuole».
Da premiare, però, la reazione allo svantaggio iniziale.
«Il Monticelli ha giocato bene il primo quarto d’ora passando in vantaggio. Poi in miei ragazzi si sono svegliati e sono riusciti a chiudere il primo tempo sopra di due reti. Sul 4-1 la squadra si è un po’ rilassata tanto che abbiamo preso due gol che mi hanno dato fastidio».
È avventato parlare di play off ormai acquisiti?
«Siamo lì. Sotto di noi ci sono due ottime squadre, ce la giocheremo fino alla fine. Finché non abbiamo la matematica certezza, non possiamo cantare vittoria. Abbiamo il vantaggio di giocare due incontri casalinghi e uno esterno».
Del Toro, rientro con un doppietta.
«E’ questa la forza della squadra. Chi è stato chiamato in causa ha giocato con decisione, dando quel quid in più. Come hanno dimostrato lo stesso Del Toro, Straccia, De Cesare. Non posso che essere orgoglioso di tutti loro».
Sabato contro l’ultima della classe, l’Appignanese, dovrebbe rientrare Alessandro Induti. Da verificare invece le condizioni di Schiavi che si sta allenando a parte per un’ematoma sulla coscia. In dubbio l’impiego di Di Girolamo a causa di un problema all’adduttore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 248 volte, 1 oggi)