Grottammare-Morro d’Oro 2-2
GROTTAMMARE: Domanico, Iampieri, Manni, Del Moro, Pulcini, Traini, Gasparroni (46′ Oddi), Ionni, Puglia (64′ Pasquini), Napolano (52′ Laino), Costanzo. A disposizione: Di Salvatore, Vergari, Lignite, Marcatili. Allenatore: Amaolo.
MORRO D’ORO: Vigliarolo, Xhepa, Castello, Di Nicola, Marangoni, Germini, Costanzo (78′ Blaiotta), Francia, Sparacio (85′ Bozzelli), Villa (73′ Mangiacasale), Colella. A disposizione: Gaudino, Marinelli, Mancuso, Pietrella
Allenatore: Di Pietro.
Arbitro: Bottegoni di Terni
Marcatori: 28′ Colella (M), 42′ Pulcini (G), 68′ Iampieri (G), 77′ Costanzo (M).
Ammonizioni: Xhepa (M).
Espulsi: nessuno.
Angoli: 6-1.
Spettatori: 150 circa.
GROTTAMMARE – Pino Aniello alla vigilia l’aveva detto: contro il Morro d’Oro l’importante sarà non perdere. E il Grottammare sembra avere preso per oro colato il “suggerimento” del proprio direttore sportivo, accontentandosi di un pari che comunque muove la classifica e allunga a tre giornate la mini-striscia di risultati positivi.
INIZIO VIVACE Mister Amaolo deve fare a meno di Massimiliano Fanesi (squalificato) e allora in avanti decide di impiegare Puglia al fianco di Napolano. Dopo il minuto di silenzio per ricordare Severino Santarelli, ex giocatore della Robur, la partita inizia subito con grande agonismo e già al 3′ Puglia va via a due avversari e Xhepa non può fare altro che trattenerlo per la maglia e beccarsi l’ammonizione.
I padroni di casa danno l’impressione di essere più reattivi. Al 5′ è ancora Puglia che semina il panico in area abruzzese, ma il tiro è debole e Vigliarolo para senza difficoltà. All’11′ è ancora Puglia a rendersi ancora pericoloso grazie ad un passaggio smarcante di Traini, ma il tiro del numero 6 biancazzurro si spegne di poco a lato.
SORPRESA: MOTTO D’ORO IN VANTAGGIO Dopo 15′ di dominio la banda Amaolo allenta la presa e gli ospiti cominciano a farsi sotto. Al 28′ lo scatenato Costanzo pesca Sparacio che tira addosso a Domanico: sulla ribattuta Colella è lesto a mettere il pallone in rete.
PARI LOCALE Il Grottammare non ci sta e al 42′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Pulcini salta più in alto di tutti e insacca Vigliarolo per il pareggio. Proprio all’ultimo secondo il solito Puglia colpisce una traversa clamorosa.
LA RIPRESA All’8′ Napolano si fa male – lo staff biancazzurro teme per un brutto stop – e Amaolo lo rimpiazza con Laino. Ma il secondo tempo tarda a decollare.
La prima emozione al 68′, quando il neo-entrato Pasquini smarca Iampieri: il terzino segna il gol del 2 a 1. L’illusione dura poco: al 77′ un contropiede magistrale di Costanzo regala al Morro d’Oro il pareggio.
Un punto ciascuno e tutti a casa. E’ il solito diletta: bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)