SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono in fase di svolgimento da parte della Picenambiente – e dovrebbero terminare entro il mese di aprile – le operazioni di pulizia delle spiaggia in vista della prossima stagione estiva.

«La pulizia della spiaggia proseguirà poi nel corso dell’estate sui tratti di spiaggia libera», spiega l’assessore all’Ambiente Paolo Canducci, «ma richiede anche la collaborazione dei cittadini. Nel frattempo svolgiamo operazioni di ripristino delle regole, che comprendono la rimozione di piccole imbarcazioni e oggetti in genere dagli spazi in cui ciò non è consentito».

E infatti venerdì 13 aprile la Polizia Municipale ha provveduto alla rimozione di imbarcazioni dall’arenile, come disposto da una specifica ordinanza del sindaco (la n. 13 del 1 marzo, che si occupava appunto anche della pulizia delle spiagge). I controlli sono iniziati nel tratto a sud della rotonda di Porto d’Ascoli, dallo chalet “Marina di Nico’” fino allo chalet “Stella”. Nelle scorse settimane la Polizia Municipale aveva apposto degli avvisi presso ognuno dei piccoli natanti che si trovano lungo la spiaggia e oggi sono state effettuate le prime rimozioni.

Dieci piccole imbarcazioni sono state portate nel deposito contiguo al depuratore di via Brodolini. I proprietari potranno ritirare i mezzi dopo essersi recati al comando di Polizia Municipale di piazza Battisti e previo pagamento di una multa di 1.032 euro (art. 1164 del Codice della Navigazione) e delle spese di rimozione, quantificate in 77 euro (determina del dirigente del settore Lavori pubblici n. 420 del 20 marzo). Il responsabile del procedimento presso la Polizia Municipale è il tenente Brutti, tel. 0735.794217.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)