SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mister Ugolotti resta o va via? La Samb verrà smantellata o potenziata? La società punterà alla salvezza o ai play off? Interrogativi ai quali tifosi e addetti ai lavori vorrebbero dare delle risposte. Subito. Interrogativi che però possono aspettare. Alla conclusione dell’attuale stagione agonistica restano cinque partite. Punto primo: la salvezza, che pure è poco più di una formalità, non è ancora matematica. Punto secondo: la Samb proverà davvero a coltivare il sogno di raggiungere il settimo posto?
Dopo la splendida vittoria sul Ravenna una grande euforia si era impadronita dell’intero ambiente. Sono bastate le parole di mister Ugolotti («se anche il prossimo anno punteremo sui giovani e alla salvezza non resto»), alla ripresa degli allenamenti, per scatenare un mezzo polverone. Calma. Vale la pena godersi un’ultima parte di stagione che, se giocata al meglio, potrebbe davvero riservare delle sorprese.
L’UNDICI ANTI-STABIA Due le assenze in casa rossoblu in vista del posticipo televisivo di lunedì prossimo: lo squalificato Varriale e Tripoli, il quale sta seguendo un programma specifico di recupero al ginocchio infortunato la scorsa settimana.
Una sola novità (obbligata) rispetto all’undici che nel turno pre-pasquale ha battuto la capolista Ravenna.
Due le ipotesi per sostituire l’ex Olbia: dare fiducia a Grillo, titolare a Terni, oppure giocarsi la “carta” Zammuto, nelle ultime partite utilizzato nel ruolo di centrale, con il conseguente spostamento di Tinazzi sulla sinistra (ci ha già giocato contro il Martina). Se così fosse al fianco di Landaida andrebbe uno tra Diagouraga – il francese torna a disposizione dopo aver scontato le tre giornate di squalifica rimediate a Cava dei Tirreni – ed Esposito.
LE MOSSE DI CAPUANO Vigilia di grande attesa nella Campania colorata di gialloblu. Le “vespe” guardano alla partita del Riviera con grande fiducia, determinate a continuare la corsa per un posto play off. Tre le assenze cui il tecnico campano dovrà fare fronte, vale a dire gli squalificati Silvestri, Alfredo Femiano e Baclet.
Probabilmente la Juve Stabia si presenterà nelle Marche con il consueto 3-5-2. In difesa l’ex Fabio Femiano, Rinaldi e Mariniello. In mediana, da destra verso sinistra, Antonio Esposito, l’altro ex De Rosa, Gennaro Esposito e La Fortezza. In avanti la coppia gol Castaldo-Caputo, con quest’ultimo di nuovo titolare dopo aver scontato due turni di squalifica. Torna infine a disposizione anche il secondo portiere Borrelli.
Dalla Campania intanto fanno sapere che non dovrebbero essere più di una cinquantina i sostenitori stabiesi che seguiranno la squadra di Eziolino Capuano a San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 800 volte, 1 oggi)