SAN BENEDETTO – Il quarto anno del Bea, il Banco dell’enogastronomia e dell’artigianato è quello della maturità per un’iniziativa partita un po’ in sordina ma che ha acquistato rilevanza regionale e nazionale con il passare del tempo. Questo grazie alle persone che hanno creduto a questa vetrina importantissima, innanzi tutto il Consorzio turistico Riviera delle Palme e i Comuni associati che hanno puntato tutto su questa manifestazione per diffondere le tipicità regionali anche al di fuori delle Marche.

L’iniziativa è stata confermata dal Consorzio e dalle associazioni che vi parteciperanno dal 1° al 3 giugno. Come di consueto il Bea si svolgerà in Viale delle Palme e sarà preceduto da altri appuntamenti enogastronomici.

Il primo sarà uno stand Bea a Ripa Produce, fiera mercato dei prodotti tipici prevista sabato 14 e domenica 15 aprile a Ripatransone, mentre dal 13 al 16 aprile al Cibus di Roma un reparto sarà dedicato al Bea. Inoltre a San Benedetto – fra il 29 aprile e il 1° maggio – presso la Palazzina Azzurra gli appassionati del buon vino potranno degustare distillati di produzione locale durante il primo appuntamento con Distillando 2007.

Con questo pacchetto di gustose iniziative si è cercato di dare a turisti e visitatori un’ampia varietà di scelte, anche perché contemporaneamente al Bea ci sarà anche la Festa del Mare organizzata dal Comune di Grottammare. A tal proposito, il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari ha detto: «Agendo in questo modo, e collegando fra loro gli eventi come “una filiera”, si crea un pacchetto turistico capace di attrarre turisti verso la Riviera. Il Bea e le altre manifestazioni sono e rimarranno sempre un punto di riferimento per la zona, Ecco perché bisogna cercare di garantire loro sempre le risorse necessarie».

Anche quest’anno il ricavato di Bea e di Degustando 2007 verrà dato in beneficenza alle Case di accoglienza Casa Lella e Santa Gemma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 451 volte, 1 oggi)