GROTTAMMARE – Grottammare di nuovo al lavoro. Archiviata la Pasqua gli uomini di Daniele Amaolo pensano al Morro d’Oro del capocannoniere del girone F Antonio Sparacio, prossimo avversario allo stadio Pirani.
Una sfida delicata tra due formazioni che stazionano a metà classifica ma che ancora non possono ritenersi a debita distanza dalla zona play out. Fa bene il presidente Amedeo Pignotti a tenere i suoi sulla corda. «La vittoria ottenuta contro la Sangiustese (prima della sosta, nda) è stata molto importante – ha detto il numero uno del sodalizio di via San Martino – ma adesso non dobbiamo rilassarci: la graduatoria è molto corta e poi quello che stiamo disputando è un girone anomalo. In questo momento stanno correndo più le squadre dietro che quelle sulla carta più forti».
La squadra si è ripresa dopo un vero e proprio black out. La sintesi: 3 punti in 9 incontri. Mister Amaolo è stato mai in discussione?
«Assolutamente no. Nel mio modo di pensare un allenatore rischia solo se non ha un bel rapporto con lo spogliatoio, ma nel nostro caso questo non è successo, anzi: ho notato una grande coesione tra il tecnico e i giocatori. Ci hanno inoltre fatto piacere le parole del nostro allenatore dopo la vittoria contro la Sangiustese («Vittoria dedicata alla società», nda): ci ha riconosciuto la nostra vicinanza alla squadra nei momenti difficili. Era doveroso in ogni caso».
Domenica torna il campionato: si riprende sempre al Pirani, contro il Morro d’Oro.
«Lo stop per i fatti di Catania ci aveva portato sfortuna, spero stavolta sia diverso. Dovremo dare il massimo nelle ultime cinque partite per ottenere questa benedetta salvezza. Non ricadiamo negli errori commessi di recente».
BORSINO Un solo assente alla ripresa degli allenamenti martedì pomeriggio, vale a dire l’influenzato Laino. Per il resto tutti a disposizione, compreso Puglia, completamente ristabilitosi dallo stiratosi alla coscia destra che risale a metà marzo.
Stesso discorso per Napolano che la settimana scorsa, nel corso Torneo Nazionale Giovanile riservato alle rappresentative Juniores dei nove gironi di serie D, si era procurato un infortunio muscolare che si è rivelato di poco conto.
Toccherà presumibilmente proprio ai due giovani attaccanti biancazzurri sostenere il peso dell’attacco grottammarese, in virtù della giornata di squalifica che dovrà scontare Massimiliano Fanesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 422 volte, 1 oggi)