SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Abusi edilizi in spiaggia, dall’11 aprile potrebbe partire il secondo atto del giro di vite avviato dal Comune con la rimozione delle strutture illecite presso lo stabilimento “Da Andrea”. Oggi martedì 10 aprile le ruspe sono rimaste ferme ma da quanto ripetuto più volte dal sindaco Gaspari è prevedibile che nei prossimi giorni avvengano nuove demolizioni d’ufficio. «Più della metà degli chalet sambenedettesi ha compiuto abusi demaniali sanabili solo con la rimozione. Dopo le festività pasquali ci saranno altre ordinanze perchè – ha spiegato il sindaco – non abbiamo intenzione di far passare un’altra estate senza sanare queste infrazioni».
Da domani 11 aprile, riferisce il sindaco, riparte il lavoro dei settori competenti della macchina comunale. Partiranno le comunicazioni ufficiali agli imprenditori balneari interessati da segnalazioni a loro carico, molte delle quali registrate fin dal 2003.
Gaspari confida nel buon senso degli imprenditori, che potrebbero scegliere di rimuovere per loro conto gli abusi. Se così non fosse il Comune contatterebbe ditte specializzate e gli oneri economici per gli chalet interessati salirebbero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)