SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quando si dice che l’arte non ha bisogno di geografia: Paolo Consorti, artista di San Benedetto, è ultimamente impegnato in molti progetti anche in Italia e all’estero.
A Roma, dal 19 aprile presso il Macro – Museo d’Arte Contemporanea, verrà inaugurata “Tutti i Sensi dell’Arte”, un debutto in grande stile per Maison D’Art, il progetto che ha codificato un sistema del tutto innovativo di approccio verso l’arte, nato da un’idea di Desirè Pantaloni e avente come autore Paolo Consorti.

Arte e Moda si uniranno per dar vita a un nuovo codice d’espressione, attraverso una performance polisensoriale che farà da cornice al debutto del progetto Maison D’Art e alle sue prime 22 opere d’arte in movimento firmate da Paolo Consorti, tradotte su fondo di seta pura ed assemblate interamente a mano con una stola di cashmere e seta.

Altra esposizione, stavolta oltre oceano, per Paolo Consorti, inaugurata sempre il 19 aprile (fino al 27 maggio) presso la Über Gallery di Melbourne. Verranno presentati i lavori inerenti il progetto Divine Comedy, con l’esportazione del decadentismo, del demoniaco e dell’assurdo. L’esposizione sarà composta di film digitali, paesaggi alieni, dove anime nude e perse si mescolano a detriti tecnologici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)