Joints-Fabriano 90-85
JOINTS SAN BENEDETTO: Riccardi 4, Nespeca 10, Valori 12, D’Incecco 11, Mattioli 33, Falà 8, Ciccorelli 10,Mancinelli 2, Camerano, Cameli. Allenatore: Reggiani.
TARGOTECNICA FABRIANO: Pecchia J. 24, Cappiello 11, Paulig 14, Gatti 14, Pienotti 6, Olivieri 7, Chiarucci 2, Prce 7.
Menciassi, Pecchia L. Allenatore: Gnecchi.
Arbitri: Bitocchi e Campanelli
Parziali: 23-27, 47-45, 72-65.
Usciti per falli: D’Incecco e Paulici.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ la vittoria del cuore e dei giovani quella colta dalla Joints Basket Club San Benedetto. Fabriano si arrende – 90-85 il risultato finale – dopo la partita più intensa vista quest’anno al PalaSpeca.
Il successo permette ai rossoblu di salire a quota 36 punti, manetenendo il sesto posto e portandosi a due sole lunghezze di distanza dai cartai, che stazionano sul quinto “gradino” della graduatoria.
Una vittoria, la sesta consecutiva, costruita in maniera tatticamente perfetta da coach Andrea Reggiani, che pure ha dovuto rinunciare a Ciardelli dall’inizio e, dopo 20’, anche a Riccardi, messo ko da un infortunio, con l’aggravante di un D’Incecco con quattro falli sul groppone già a metà tempo.
Ma un incredibile Mattioli, che ha infilato 33 punti, e i “ragazzi di casa” Valori, Nespeca, Falà e Ciccorelli hanno fornito una grandissima prova, andandosi a prendere due punti che potrebbero valere moltissimo in prospettiva play off, oltre a mostrare che la squadra del presidente Valori è in grado di giocarsela alla pari con tutti.
Si inizia con la Joints che soffre il talento dell’argenti Paulig, ma è brava a non perdere il contatto con gli avversari, grazie anche all’esperienza di D’Incecco (23-27). I rivieraschi scendono subito a – 9 (25-34), ma una tripla di Valori dà il via a un break di 15-2 che riporta i padroni di casa sopra (47-45). Riccardi deve uscire, ma la Joints regge e, anzi, va ancora avanti.
Il dinamismo di Valori e Nespeca porta scompiglio in casa fabrianese, mentre Ciccorelli e Falà danno una mano a Mattioli nel farsi sentire sotto il tabellone, nonostante i tanti chili e centimetri in meno rispetto alla pattuglia dei lunghi avversari (72-65). Ad avvio di quarto tempo tre palle perse in fila dalla Joints consentono alla Targotecnica di tornare avanti (79-78) e fanno temere che i sambenedettesi stiano per arrendersi a un comprensibile calo fisico.
Ancora Mattioli suona la carica, mentre Valori cattura rimbalzi preziosi. Si arriva così a un finale lottato punto su punto. D’Incecco firma il +1 (84-83) ed esce subito dopo per il quinto fallo. Fabriano segna un solo libero, mentre Falà non sbaglia i suoi (86-84).
Il quintetto “made in San Benedetto” impedisce agli ospiti di replicare e il ricorso al fallo sistematico non spaventa la Joints, con Mattioli a mettere il suo meritato sigillo sulla vittoria 90-85.
Il campionato si ferma ora per la Pasqua e ripartirà sabato 14 aprile (ore 21,15) con la Joints impegnata sul campo del Pedaso, per un derby che si annuncia caldissimo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 499 volte, 1 oggi)