Politica. Ringrazio Paolo Forlì per la stima dimostratami nel suo ultimo commento. Ricambio in funzione delle sue spiegazioni che riconosco essere reali. Ribadisco comunque che un problema della “malapolitica” non sono gli eletti ma gli elettori. Più che una riforma elettorale sarebbe indispensabile… riformare gli elettori.
Mi spiego: se sei un candidato che speri di essere eletto…
senza passare casa per casa a promettere un qualcosa,
senza entrare nel volano della logica partitica (oggi a te, domani a te, dopodomani insieme),
senza avere un candidato così potente da indirizzarti voti perché sa che sei uno “yes man”
ma pensi che…
la tua vita trascorsa,
la tua intelligenza,
la tua onestà,
la tua credibilità
possano garantirti un buon numero di preferenze
puoi aspirare soltanto a qualche voto con il rischio anche di perdere la faccia.
Purtroppo, dopo quasi sessant’anni di democrazia, i voti che io definisco “inconsapevoli” hanno ancora netta prevalenza (80%?) sugli altri. Con l’aggravante che, chi diserta le urne o vota in bianco non è colui che non sa a chi dare il voto (sarebbe già un passo avanti) ma chi ha capito che il suo voto “consapevole” sarebbe in ogni caso inutile. Dopo il danno la beffa.
Sono troppo pessimista? Forse, ma qualcuno mi dimostri il contrario.
Da qui caro Forlì la mia presunzione di non avere più l’età.
Ruspe sugli chalet. Si cominciano ad usare le maniere forti sugli abusi edilizi che, mi auguro, non riguardino solo gli chalet. La legge deve essere uguale per tutti. Ma il mio DisAppunto è un altro: se c’è stato abuso a San Benedetto, qualcuno lo ha permesso (Martinelli, Perazzoli, Perazzoli, Ripani… in ordine discendente) e deve in qualche modo renderne conto alla città. Non basta ricorrere alle ruspe ma capire perché, chi doveva controllare non lo ha fatto. Una volta scoperto dovrebbe in qualche maniera pagare il peccato di omissione. Altrimenti è fin troppo facile fare i sindaci, gli assessori, i consiglieri, i portaborse eccetera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.374 volte, 1 oggi)