PORTO SAN GIORGIO – Ferdinando fu giudicato uno degli spettacoli teatrali più significativi della stagione 1985/86 e lo stesso avvenne nel 1996, a dieci anni dalla morte del suo autore, il commediografo, attore e regista Annibale Ruccello (1956-1986). Verrà proposto a chiusura della stagione teatrale sangiorgese mercoledì 4 aprile dalle 21:15, presso il Teatro Comunale.

A dare voce al mondo visionario di Ruccello, Isa Danieli, attrice partenopea e a suo tempo musa ispiratrice di Ruccello, interprete della baronessa borbonica Donna Clotilde la quale – appena caduto il Regno delle Due Sicilie – sceglie l’isolamento come segno di disprezzo per la nuova cultura piccolo borghese che si va affermando dopo l’impresa dei Mille e l’Unità d’Italia.

«Non mi interessava minimamente – spiegava l’autore – realizzare un dramma storico. Accanto a questa lettura più palese e manifesta prende corpo l’analisi e il tentativo fotografico di messa in evidenza dei rapporti affettivi intercorrenti fra quattro persone in isolamento coatto. Gli odi, i desideri, le bramosie sessuali, le vendette, le sopraffazioni, le tenerezze, gli abbandoni, fra quattro personaggi, tutti perduti, dannati da una storia diversa per ognuno, ma sempre inclemente e perfida. La forma utilizzata per narrare queste intenzioni è inizialmente quella del vecchio romanzo verista (o semplicemente realista) che lentamente si degrada in romanzo d’appendice, se non in romanzo vero. È come se da Verga o da De Roberto (ma in qualche modo anche da Mann) passassimo, senza accorgercene a Carolina Invernizio, a Collins, a Huysmans. E questo degradarsi della forma narrativa va di pari passo con il degradarsi della vicenda e dei personaggi».

Accanto ad Isa Danieli gli altri attori in scena sono Luisa Amatucci, Lello Serao e Adriano Mottola. Le scene sono di Franco Autiero , i costumi di Annalisa Giacci e le musiche di Carlo De Nonno.

La regia dello stesso Annibale Ruccello ripresa da Isa Danieli in occasione del ventennale della prematura e tragica scomparsa dell’autore avvenuta nel 1986.

Per informazioni e biglietti (intero 18,00 euro, ridotto 15,00 euro): biglietteria del Teatro tel. 0734 672470 (nel giorno di spettacolo dalle ore 17,30), Amat tel. 071 2072439, http://www.amat.marche.it/ (vendita biglietti on line).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 534 volte, 1 oggi)