SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Per rispondere al fabbisogno di personale qualificato di cui oggi hanno bisogno molte aziende, non è più sufficiente una formazione periodica o episodica, la formazione ormai deve essere permanente e continua». Elena Capriotti – direttore provinciale del Cescot – ci spiega così lo scopo del Seminario formativo dedicato alla riqualificazione dei lavoratori dipendenti e allo sviluppo delle imprese locali che si è tenuto mercoledì 28 all’Hotel Progresso di San Benedetto del Tronto.

Il Cescot Ascoli Piceno è una organizzazione senza scopo di lucro promossa dalla Confesercenti. Per la seconda volta dal 2005 ha riunito esperti e operatori per illustrare le proprie tecniche di consulenza alle aziende in materia sia di ricerca e fabbisogno di personale, sia di progetti di formazione finanziati con il Fonter, il fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua del terziario. Elena Capriotti è intervenuta al seminario anche per presentare i risultati e ilo catalogo formativo del progetto “Formazione e bilateralità” elaborato con l’Ente Bilaterale del Commercio e del Turismo.

Il dirigente del Servizio Formazione professionale della Provincia di Ascoli Piceno, Maurilio Cestarelli, ha trattato a sua volta delle esperienze in apprendistato. Dal 2001, il Servizio Formazione professionale della Provincia ha “sfornato” ben 4.500 apprendisti qualificati e li ha avviati all’inserimento nelle rispettive aziende. Ora il Fondo sociale europeo 2007-2013 consentirà nuovi finanziamenti per la formazione di giovani apprendisti con età minima di 16 anni. Anche una delibera del 2005 della giunta regionale Marche ha recepito la normativa relativa al cosiddetto “apprendistato professionalizzante”.

Ai lavori del seminario, introdotti dal segretario regionale e provinciale Confesercenti Paolo Perazzoli, hanno partecipato come relatori anche il presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno Enio Gibellieri; l’assessore provinciale alla Formazione e al Lavoro Emidio Mandozzi; la responsabile della Formazione professionale della Cgil di Ascoli Piceno, Barbara Nicolai; il presidente del Consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marco Assenti.

Inoltre, in tema di «Azioni di sistema e analisi dei fabbisogni», è intervenuto Silvio Cardinali dell’Università di Teramo; in materia di «Strategie europee per la formazione continua», il consulente del Cescot Giuliano Bartolomei»; sul «Voucher nella formazione professionale», il funzionario dell’Isfol Davide Premutico; mentre l’intervenmto conclusivo sul «Fondo interprofessionale per la formazione continua» è stato affidato al direttore nazionale del Fonter Fabrizio Reali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.640 volte, 1 oggi)