SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb dopo la vittoria sul Teramo, che significa più di mezza salvezza in tasca, guarda in alto. Su, fino alla zona play off? Può darsi. Diciamo che la dirigenza rossoblu ha chiesto a squadra e allenatore di giocare al massimo le ultime sette partite.
Sfide non certo abbordabilissime – ripetiamo: quattro incontri in casa (Ravenna, Juve Stabia, Avellino e Gallipoli) e tre fuori (Ternana, Martina e Ancona) – ma vale la pena dare un senso a un finale di stagione impensabile fino a qualche mese fa.
Dietro alle dichiarazioni di mister Ugolotti alla ripresa degli allenamenti – «A Terni vogliamo chiudere il discorso salvezza» – c’è insomma qualcosa di più profondo. Del resto la società ha maturato l’idea di poter recitare il ruolo dell’outsider già da alcune settimane.
In tale contesto si inseriscono le reazioni, esacerbate (fino a un certo punto), che hanno fatto seguito alle sconfitte di Foggia e Cava dei Tirreni. La risposta, almeno sul piano del gioco, vista allo stadio Lamberti, ma soprattutto l’affermazione di domenica scorsa contro l’undici abruzzese, hanno riacceso l’entusiasmo dell’entourage rossoblu, che ha ordinato il ritiro anticipato in vista della trasferta di Terni.
I play off sono distanti 8 punti – dove troviamo Foggia e Perugia, a pari merito a quota 44 – però in casa Samb esiste una piccolissima speranza nel “miracolo”, anche perchè da qui alla conclusione del campionato al Riviera saranno di scena Ravenna, Juve Stabia e Avellino.
Fantacalcio? Probabile. Certo è che la prima cosa da fare è raggiungere la matematica salvezza. Per raggiungere subito il traguardo Landaida e soci dovranno vincere al Liberati; soltanto così si potrà dare sfogo ad ambizioni fino a oggi soltanto fantasiose.
BORSINO Allenamento mattutino per la Samb, che ha sudato in palestra e al campo Ciarrocchi. Nessuna novità rispetto a ieri, fatta eccezione per Visone, che ha ripreso a lavorare a pieno regime. Ancora a parte invece Esposito e Diagouraga. Sempre fermo infine Fanelli, il quale nelle prossime ore dovrebbe sottoporsi a un’ecografia per valutare definitivamente il problema al quadricipite della coscia destra.
Domani, giovedì, la comitiva rossoblu si allenerà nel pomeriggio, all’Ama Campus di Pagliare del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 479 volte, 1 oggi)