RIPATRANSONE –Soddisfazione prima, delusione dopo. La Ripa, dopo aver gioito per la vittoria sull’Acquasanta – i 3 punti mancavan in casa amaranto da oltre due mesi – è tornata sulla terra, perdendo malamente il derby di Porto d’Ascoli. Sabato scorso è forse mancato quel pizzico di determinazione per il bis.
«Il Porto d’Ascoli ha meritato di vincere – ha ammesso mister Leli – giocando come doveva. La Ripa ha pagato sicuramente sul piano tecnico assenze importanti ma ciò non toglie che la nostra prestazione è stata mediocre».
«Il loro gol locale era viziato da un fuorigioco, non abbiamo avuto neanche la forza di protestare. Forse con un gol di scarto avremmo lottato di più dal momento che gli avversari erano meno freschi di noi, perché avevano speso molto», ha proseguito il tecnico della Ripa.
«Ci è mancata la voglia di fare risultato, abbiamo sentito troppo la pressione della gara. I play off? Dobbiamo guardarci le spalle, visto che ci restano da giocare cinque gare di fuoco contro Appignano, Petritoli, Comunanza, Stella e Offida».
Contro l’Appignanese, sabato prossimo, saranno indisponibili Valentini, squalificato, e Perozzi, dolorante a un ginocchio. Piccolo “giallo” su Di Filippo, che all’ultimo istante non si è presentato al Ciarrocchi. La società amaranto sta valutando se multare o meno il giocatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)