SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I giovani speranza della Chiesa e risorsa vitale per comunicare il Vangelo nel mondo di oggi. Questo l’obiettivo prioritario dell'”Agorà dei giovani italiani“, il percorso triennale voluto dalla C.E.I. (Confereza Episcopale Italiana) e dedicato all’ascolto delle nuove generazioni.

La nostra Diocesi si prepara a questa “missione”, che culminerà con l’incontro nazionale dei giovani con il Papa, in programma a Loreto il 1° e 2 settembre, con la XXII Giornata Mondiale dei Giovani, in programma domenica 1° aprile. Il fitto calendario delle iniziative previste è stato illustrato questa mattina alla stampa da Don Gianluca Pelliccioni, incaricato diocesano per la pastorale giovanile e vocazionale, e da Simone Splendiani, coordinatore del comitato organizzativo per l’incontro nazionale di Loreto.

«L’Agorà dei giovani – ha spiegato Don Gianluca Felicioni – punta a promuovere un nuovo slancio della pastorale giovanile, per rendere partecipi le nuove generazioni del cammino globale della Chiesa e coinvolgerle nella sua azione missionaria. Il mondo dei giovani non può essere visto solo come una realtà problematica ma come una risorsa fondamentale per rivelare il messaggio di Cristo nel mondo».

La Giornata Mondiale dei Giovani rappresenta una tappa di preparazione all’incontro nazionale di Loreto. Per questo la Diocesi ha voluto caratterizzare questo appuntamento dando vita a significativi momenti di riflessione e aggregazione.

Il programma della Gmg è articolato in due giornate: sabato 31 marzo alle 17.30 il vescovo diocesano Gervasio Gestori  accoglierà i presenti in Piazza Giorgini; seguirà una fiaccolata verso la Chiesa S.Filippo Neri e, dopo una cena frugale, il recital “Le radici e le ali” sulla realtà dei giovani, evento animato da “Il gruppo e la strada” dell’Aeper di Bergamo. Il 1° aprile Mons. Gestori presiderà la Santa Messa delle ore 11 in Cattedrale.

Il primo anno di pastorale del’Agorà vivrà il suo momento clou a Loreto il 1° e 2 settembre, in occasione dell’incontro nazionale dei giovani. L’anno pastorale 2007/08 sarà dedicato alla dimensione interpersonale dell’evangelizzazione e avrà come momentro centrale la Giornata Mondiale dei Giovani di Sydney 2008. L’ultimo anno del percorso sarà imperniato sul tema della dimensione culturale e sociale dell’evangelizzazione.

L’evento di Loreto sarà preceduto, dal 29 al 31 agosto, da tre giorni di accoglienza in 32 diocesi di Marche, Abruzzo, Umbria ed Emilia Romagna. La nostra diocesi accoglierà circa mille giovani pellegrini. «L’accoglienza avverrà in famiglia – ha spiegato il coordinatore Simone Splendiani -non sarà una semplice e fredda ospitalità, tutt’altro: si tratterà di veri e propri gemellaggi. Per questo nella raccoltà delle disponibilità daremo la precedenza alle famiglie con giovani».

I giorni dedicati all’accoglienza prevedono lo svolgimento di attività d’incontro e scambio, ascolto e testimonianza tra gli ospiti e la comunità ospitante, attraverso la trattazione di due temi portanti: accoglienza-tradizione e accoglienza-affettività.

Per tutte le informazioni sull’evento è possibile visitare il sito http://www.vocagiovani.it/.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.342 volte, 1 oggi)