MONTEPRANDONE – Difficile smaltire la rabbia per un risultato a dir poco ingiusto. Il Centobuchi però deve rialzarsi in fretta e archiviare l’imprevisto passo falso casalingo contro il Tolentino: sabato prossimo – il Comitato Interregionale ha anticipato di un giorno l’intera programmazione della 29a giornata, in virtù del Torneo Nazionale Giovanile, che si terrà dal 1° al 6 aprile in Toscana – i biancocelesti saranno di scena a Città Sant’Angelo, per sfidare la Renato Curi di Augusto Gentilini.
E in vista della trasferta abruzzese la squadra di Sestilio Marocchi è tornata subito al lavoro. «E’ un periodo molto sfortunato – ha commentato il tecnico del Centobuchi – niente sta girando per il verso giusto, però non possiamo arrenderci: ci sono ancora sei partite, tanti scontri diretti da giocare, insomma tutto è possibile. Ai ragazzi non posso rimproverare assolutamente nulla, il Tolentino ha vinto con due tiri in porta. Il risultato è bugiardo, la partita l’abbiamo fatta noi».
Nelle ultime tre partite è arrivato un solo punto: la classifica, inevitabile, è tornata brutta. A guardare i numeri nudi e crudi verrebbe da pensare che Simoni e soci stiano attraversando un periodo di crisi. Invece il gioco c’è. Domenica, dopo i legni colpiti contro Real Montecchio e Pergolese, nella lunga lista delle recriminazioni sono finiti un altro palo (su conclusione di Iachini) e un rigore sbagliato da De Angelis.
«Gino ha calciato in maniera troppo debole – ha spiegato l’episodio del minuto numero 29, con il Tolentino già in vantaggio per 1-0, il direttore sportivo Gabriele Menzietti – Probabilmente gli ha giocato un brutto scherzo la perdita di tempo che c’è stata dopo l’assegnazione del penalty per le proteste degli ospiti. Fatto sta che stiamo qui a commentare un’autentica beffa. Siamo a pezzi, nonostante i ragazzi stiano giocando bene non raccolgono quanto meriterebbero».
Poi un (giustificato) lampo di ottimismo: «Non dobbiamo mollare proprio ora, i risultati dell’ultimo turno, con le vittorie esterne di Riccione e Pergolese, sono lo specchio di un girone equilibrato e difficile, dove ogni squadra può dire la sua contro qualsiasi avversario, anche il più blasonato. Contro la Renato Curi sono sicuro che ce la giocheremo».
GIOVANI IN VETRINA Cesani, Iachini e Pezzoli lunedì hanno risposto alla convocazione della rappresentativa di serie D del girone F, in vista del Torneo Giovanile di categoria che comincerà domenica prossima. I tre biancocelesti in ogni caso in settimana saranno a completa disposizione di mister Marocchi e potranno preparare la partita di campionato senza nessuna interferenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 453 volte, 1 oggi)