SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vittoria che vale doppio. Banale, ma è la verità. La Samb che ha battuto il Teramo ha aumentato il vantaggio dalla zona calda della graduatoria, prendendo punti a una diretta concorrente per la salvezza. Non trascurabile nemmeno il fatto che la formazione di mister Ugolottti dovesse far fronte a qualche assenza di troppo. La partita ha confermato che il valore del gruppo e di tutti i giocatori, nessuno escluso, è notevole.
Manca ancora un po’ prima di poter festeggiare la salvezza, è vero, anche perchè in coda i risultati a sorpresa sembrano essere all’ordine del giorno, però la squadra vista domenica al Riviera lascia pensare che non farà fatica a mettere in cascina altri 6 punti. E a quota 42 crediamo non ci saranno più problemi.
Il calendario peraltro non è facile ma nemmeno proibitivo. Per inciso: quattro incontri in casa (Ravenna, Juve Stabia, Avellino e Gallipoli) e tre fuori (Ternana, Martina e Ancona). Dilapidare quanto di buono costruito, in termini di punti e non solo, finora, appare quantomeno improbabile.
Si obietterà: la Samb ci ha abituato a partite spettacolari come quella contro il Teramo, ma pure a cadute repentine (e inopinate). E’ preferibile mantenere un profilo basso e pensare a un impegno alla volta? Può darsi, ad ogni modo prima di Pasqua i giochi in coda alla classifica potrebbero essere già chiusi. Dopo avremo di che divertirci.
RIPRESA Domani, martedì, la Samb riprenderà la preparazione in vista della trasferta di Terni. Anche allo stadio Liberati rimarranno fuori mister Ugolotti, che sconterà l’ultima delle due giornate di squalifica rimediate a Cava dei Tirreni, e Diagouraga, che tornerà a disposizione per il match casalingo contro la Juve Stabia.
Quasi certamente al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli torneranno a lavorare i vari Visone, lo stesso difensore francese e Fanelli, mentre andranno valutate meglio le condizioni di Esposito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)