PAGLIARE DEL TRONTO – Samb in apprensione per Visone, sempre alla prese con la caviglia infortunata a Cava e, adesso, anche per Esposito.
Sono due i grandi punti interrogativi che mister Ugolotti si porterà dietro fino all’ultimo: il difensore di Galatina, che si stava rimettendo dalla frattura al naso, nel pomeriggio, nel corso della consueta amichevole in famiglia che i rossoblu hanno disputato sul terreno dell’Ama Campus di Pagliare, si è procurato una distorsione alla caviglia. Lo staff medico ha subito provveduto ad applicare del ghiaccio, ma l’entità dell’infortunio andrà valutato meglio nelle prossime ore.
Contro il Teramo quindi, con Esposito in forte dubbio e Diagouraga squalificato per tre giornate, l’allenatore della Samb, a meno di sorprese, avrà a disposizione due soli centrali: Zammuto e Landaida.
Cattive notizie anche per Fanelli, che ha svolto un lavoro specifico per il riacutizzarsi dell’infiammazione al quadricipite che lo aveva messo fuori causa prima del match contro il Foggia. Ha invece ripreso a pieno regime Tripoli; ancora a parte Simonetta.
TEST IN FAMIGLIA Poche, non è una novità, le indicazioni emerse durante la partitella che Ugolotti ha fatto giocare a Pagliare del Tronto. L’allenatore di Massa ha mischiato le carte. Ad ogni modo, ad oggi, molte scelte paiono obbligate.
Qualora si volesse confermare il 4-2-3-1, la Samb contro il Teramo potrebbe giocare con Zammuto e Landaida in mezzo alla difesa, Tinazzi e Varriale sulle fasce: più avanti Iovine e il rientrante Loviso (o Giorgino), mentre a sostegno di Morante dovremmo vedere Carlini e Desideri sugli esterni e Olivieri subito dietro, al posto di Visone.
Domani, venerdì, la Samb si allenerà nel pomeriggio, al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 492 volte, 1 oggi)