SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Una via di Kabul nel centro di San Benedetto». Tale è per Pasqualino Piunti la corsia est di viale De Gasperi, la cui riqualificazione è ancora in fase di stallo. Non che manchino i fondi, tantomeno i progetti (ne sono stati proposti almeno cinque finora).
«Quanto bisogna ancora aspettare? – si chiede il consigliere di Alleanza Nazionale – lo scorso novembre presentai un’interrogazione in consiglio comunale sui ritardi dei lavori. L’assessore Vesperini dichiarò che l’amministrazione comunale si sarebbe attivata rapidamente ma finora c’è stata solo una discussione in commissione Lavori Pubblici. A che punto è l’iter? Quale progetto verrà scelto?».
Per l’ex vicesindaco il lato est del viale è «impercorribile per il dissesto del manto stradale, mentre il marciapiede è pericoloso e provoca frequenti cadute delle persone anziane. Eppure nel piano triennale delle opere pubbliche c’è uno stanziamento di 400 mila euro e il progetto preliminare è approvato dal novembre 2005. Questa amministrazione – conclude – non solo manca di produrre iniziative concrete per la città, ma non riesce neanche a portare a termine quelle che sono state iniziate dalla giunta Martinelli».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 429 volte, 1 oggi)