SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Allenatore, osservatore, di nuovo allenatore (in seconda), guardialinee. Adesso gli toccherà guidare la squadra in prima persona.
Fabio Andreozzi sta vivendo un’annata molto intensa. E’ passato dalle panchine dilettantistiche della sua Sestri Levante al ruolo di osservatore per l’Acireale di Guido Ugolotti, tecnico che ha seguito, in ottobre, nell’avventura alla Samb.
E in rossoblu finora ne sono successe di tutti i colori. Il caso più eclatante a Castellammare di Stabia, quando il 36enne allenatore ligure ha dovuto sostituire il guardialinee Minardi di Taranto, infortunatosi al minuto 65 della partita tra la Juve Stabia e i rossoblu (risultato inchiodato sull’1-1).
Adesso però, dopo il rovente epilogo dell’incontro di Cava dei Tirreni, con Ugolotti espulso dall’arbitro, il signor Zonno di Bari, e poi fermato dal Giudice Sportivo, gli toccherà rimpiazzare il tecnico toscano e guidare Landaida e soci per due domeniche. Vivrà da molto vicino due tappe fondamentali in chiave salvezza: Teramo al Riviera e Ternana al Liberati. Hai detto niente.
Lui però non si scompone: «Sono pronto per questo esordio, chiamiamolo così. Sono tranquillo, del resto sarò in contatto con il mister che seguirà la partita dalla tribuna. Se ci sarà bisogno mi darà suggerimenti e indicazioni».
«Quest’anno sta veramente succedendo di tutto – continua accennando un sorriso Andreozzi – Prima mi hanno fatto fare il guardalinee a Castellammare e ora sono arrivate queste due giornate di squalifica al mister. Anche all’andata con la Cavese son rimasto in panchina cinque minuti da solo: l’arbitro cacciò Ugolotti all’89’ e seguirono tre minuti di recupero. Le due giornate comminategli trovano spiegazione proprio nella recidività».
Lo stesso Ugolotti giura a occhi chiusi sulle capacità del suo secondo: «Sono sereno per domenica. Con Andreozzi ci conosciamo da tempo, abbiamo vedute molto simili e leggiamo le varie situazioni che in una partita possono presentarsi allo stesso modo. Credo proprio che non avrà bisogno dei miei consigli».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 661 volte, 1 oggi)