ANCONA – «Un’opera fondamentale, fortemente voluta dal governo regionale in piena sintonia con gli enti locali». Così il presidente della Giunta regionale, Gian Mario Spacca, ha commentato, in apertura della conferenza stampa di presentazione, l’avvio dei lavori della terza corsia dell’A-14 nel tratto tra Ancona Sud e Porto Sant’Elpidio.

«L’unico rammarico – ha proseguito – sono le posizioni dei Comuni di Fermo e di Porto San Giorgio che ci porteranno a rivedere le scelte». Spacca ha, inoltre, sottolineato la rilevanza delle opere stradali di miglioramento della viabilità regionale, come la Foligno-Civitanova e la Fano-Grosseto, i cui lavori saranno avviati al più presto, e l’apertura del nuovo casello di Ancona Ovest che collegherà l’autostrada A-14 al porto di Ancona. «Un’infrastruttura importante – ha precisato – che sarà realizzata dalla Regione con un apposito project-financing e l’utilizzo dei 60 milioni di euro messi a disposizione dall’Unione europea, ma che vorremmo – ha concluso Spacca – fosse realizzata dalla Società Autostrade».

Lungo 37 chilometri, il tratto Ancona Sud-Porto Sant’Elpidio comporta una spesa di circa 120 miliardi di euro, la durata dei lavori è fissata in 18 mesi, per la fine del 2008. L’ampliamento della terza corsia del tratto Rimini Nord-Pedaso è articolato in 7 lotti: Rimini Nord-Cattolica, per il quale si è in attesa oltre che dell’emissione del decreto Via anche del parere della Regione Emilia-Romagna ai fini dell’approvazione della Conferenza dei servizi; Cattolica-Fano; Fano-Senigallia; Senigallia-Ancona Nord; Ancona Nord-Ancona Sud; Ancona Sud-Porto Sant’Elpidio; Porto Sant’Elpidio-Pedaso.

La lunghezza complessiva del tratto autostradale marchigiano è di 142 chilometri, il costo è di 1.455 milioni di euro; il termine per l’apertura al traffico è stabilito in 36 mesi, entro il 2010.

L’intervento nel tratto Ancona Nord-Porto Sant’Elpidio prevede l’ampliamento da due a tre delle corsie più emergenza, l’ampliamento di 13 viadotti, l’intervento sulla galleria Corva per una lunghezza di 310 metri, il potenziamento di 5 opere minori, l’installazione di 5 chilometri di barriere fonoassorbenti e la realizzazione del nuovo svincolo di Porto Sant’Elpidio. Autostrade per l’Italia realizzerà inoltre, una serie di opere compensative in favore del territorio per un investimento totale di circa 130 milioni di euro. Oltre ai nuovi svincoli di Porto Sant’Elpidio e di Marina di Montemarciano, sono previsti altri tre nuovi caselli a Pesaro Centro, Fano Nord e Ancona Ovest.

Nessuna notizia di eventuali interventi per il tratto più trafficato dell’intera costa marchigiana, ossia i 20 km che dividono Pedaso e San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 710 volte, 1 oggi)