Turismo. E’ giunta da parte del sindaco di San Benedetto la smentita alle voci che vorrebbero la spiaggia libera di viale Marconi (ex Camping) occupata permanentemente (tutta l’estate 2007) per attività sportive, ludiche e musicali. Per la verità Gaspari ha parlato di progetto non ancora presentato che equivale però, secondo me, alla non fattibilità. Non mi sembra infatti possibile che eventi di tale importanza non siano stati già programmati a puntino e, peggio ancora, non ancora presentati al vaglio della giunta comunale. Non vorremmo che si ripetesse la storia dell’estate 2006 quando certi “conti” sono stati presentati addirittura a… metà evento. Quindi saldati. Anche perchè, da come apprendo, la manifestazione in oggetto necessita di una progettazione chiara e trasparente ma anche complessa in quanto coinvolgerebbe gli interessi di vari operatori turistici.
Samb. Marcia indietro da parte di società e allenatore rispetto alle precedenti dichiarazioni contro arbitri e manovre oscure. Approvo al 100% perché non ci sono gli estremi (ancora) nè in un senso nè nell’altro. E perchè non ne vedo le motivazioni: la società non sta facendo giustamente debiti azzardati nè sembra in grado di ostacolare il cammino di piazze (per esempio il Napoli e il Genoa degli anni passati) così grandi da non poter stazionare più di tanto in terza serie. Insomma non ci sono presupposti per giustificare un’eventuale malafede. Poi che gli arbitri sbagliano fa parte del gioco del calcio. E bisogna accettarli come sintomi di sfortuna e viceversa.
Politica e Samb. La giunta Gaspari ha stanziato la somma di 100 mila euro a favore della Sambenedettese Calcio. Ha fatto bene ma una somma del genere deve per forza prevedere un coinvolgimento più diretto del Comune nella gestione societaria perchè finalizzata ad una crescita, seppur lenta, del potenziale tecnico della squadra rossoblu. Coinvolgimento che potrebbe portare anche ad un aumento dell’investimento se il progetto dovesse avviarsi verso i traguardi da tutti auspicati. Non vanno infatti sottovalutati i vantaggi turistici che la città ne ricaverebbe. Credo che in questo senso la famiglia Tormenti abbia le porte più che spalancate. Non trattandosi di gestione equivoca come le tre precedenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 837 volte, 1 oggi)