CUPRA MARITTIMA – La Cuprense torna a gustare il sapore dei 3 punti. Fortunato l’esordio di Pasquale Minuti, che contro il Castelfidardo, terza forza del girone B, ha allontanato, anche se di poco (4 punti), lo spettro dei play out.
Mister Minuti, come è stata questa prima settimana in gialloblu?
«Direi positiva. Impatto ottimo da ambo le parti, abbiamo lavorato bene. Abbiamo cambiato modulo nel giro di tre giorni, optando per il 4-3-3 e sabato la squadra lo ha interpretato nel modo migliore. Devo render merito al gruppo per l’ottima prestazione tecnico-tattica, ma soprattutto per l’impegno profuso».
A proposito, che squadra ha trovato?
«Un po’ demoralizzata. Ma quando si cambia allenatore è più che normale. Anche io ho provato le stesse cose quando giocavo con l’Elpidiense. Tuttavia era ora di reagire e i ragazzi lo hanno fatto alla grande».
Mercoledì la finale di Coppa Italia Dilettanti.
«Un’altra vittoria è la miglior medicina. Se l’ottieni poi in una competizione vai nella storia. Ci proviamo poi ci buttiamo nel campionato».
Mancano sette gare al termine. Quanto crede alla salvezza?
«Tanto: ci ho creduto quando avevo visto la Cuprense giocare in un paio di occasioni. Ora che sono l’allenatore, ancora di più. Dobbiamo continuare a lavorare sodo e con spirito di sacrificio, dando sempre il massimo. Se giochiamo come sabato la salvezza è alla nostra portata».
FINALE DI COPPA: LE ULTIME Archiviata la pratica Castelfidardo, fervono i preparativi in casa gialloblu in vista della finale di Coppa Marche contro la Vis Pesaro – al “Paolinelli” di Ancona il fischio d’inizio è fissato alle ore 19 – formazione che milita nel raggruppamento A di Promozione.
Oltre al prestigio di questo trofeo, alla sua prima edizione, la squadra che alzerà la coppa al cielo, potrà contare su alcuni ritorni economici, compresa l’esenzione dal pagamento della quota d’iscrizione al prossimo campionato.
Un traguardo storico per la Cuprense che, prima di giungere a questa finalissima, ha affrontato un lungo cammino neutralizzando organici di tutto rispetto. Andando per ordine, nella prima fase a gironi: Atletico Piceno e Truentina, nella seconda fase: Folgore Falerone ed Elpidiense-Cascinare, infine, nella semifinale, i rivieraschi hanno avuto la meglio sulla Vis Macerata.
Non saranno dell’incontro Alessio Acciarri, Perozzi e Silipo fermati dal Giudice sportivo. La Vis Pesaro invece dovrà fare a meno di Auditore, anche lui squalificato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)