MONTEPRANDONE – Il Centobuchi se ne dovrà fare una ragione: Alessio Rosa, capocannoniere biancoceleste con 12 reti, è destinato a palcoscenici più importanti.
Sulle tracce dell’attaccante di mister Marocchi ci sono diverse società di serie C, su tutte il San Marino (C1/B), che da diverse domeniche lo sta seguendo: segnalati emissari sammarinesi a Grottammare, lo scorso 3 marzo, per il derby del Pirani, e a Pergola, due giorni fa.
E il club della Repubblica del Titano sembra interessato anche a un altro giovane, nonché punto di forza del Centobuchi, vale a dire l’esterno classe ’85 Gino De Angelis.
E LA SAMB? Timido, almeno per ora, l’interesse della società di Viale dello Sport. Il diesse rossoblu Peppino Pavone ha sì fatto visionare Rosa, ma non ha mostrato la volontà di approfondire il discorso con la dirigenza biancoceleste. Staremo a vedere.
ROSA UOMO SALVEZZA Dopo il bel campionato disputato in Eccellenza la stagione scorsa, l’attaccante ascolano, al primo torneo in serie D, si sta ripetendo, guidando la sua squadra a una salvezza tutta da costruire ma non impossibile. Inutile sottolineare come l’obiettivo del sodalizio biancoceleste passi soprattutto per i piedi e la testa di Rosa che, di fronte a un’offerta di un club di categoria superiore, verrebbe ceduto molto volentieri.
SETTE “BATTAGLIE” Intanto la squadra ha cominciato a preparare la prossima partita, che la vedrà opposta, sul terreno del Comunale, al Tolentino. Alla fine del torneo sono rimaste sette giornate. La classifica, che vede Simoni e soci al quint’ultimo posto (con 30 punti), ma a poche lunghezze di distacco da Maceratese (31), Pergolese (32) e Grottammare (33), preoccupa, ma c’è pure la consapevolezza di potersi risollevare.
Il calendario è lì a testimoniare che la salvezza dovrà essere costruita soprattutto davanti al pubblico amico, visto che in Largo XXIV maggio sono attesi, nell’ordine, Tolentino, Riccione, Maceratese e Penne. Quattro dirette concorrenti per l’obiettivo salvezza, appunto. Fuori invece sarà più dura, visto che gli avversari si chiameranno Renato Curi, Verucchio e Pescina.
BORSINO Nessuna indisponibilità, almeno per il momento, per mister Marocchi, che contro il Tolentino dovrà fare a meno del solo Corraddetti (mercoledì sarà squalificato dal Giudice Sportivo). Per sostituirlo il candidato principale è Stefano Del Moro, in campo dal 1′, ma nel ruolo di terzino, anche a Pergola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 697 volte, 1 oggi)