SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si tratta dell’evento sportivo dell’anno: e da 42 edizioni, puntualmente, la conclusione della Tirreno-Adriatico a San Benedetto ricorda a tutti che l’inverno è finito e che è tempo di pensare alla buona stagione (anche se quest’anno è andata diversamente).
Lunedì, alle 11, partenza da piazza Giorgini (e arrivo, a San Giacomo sui Monti della Laga dopo 164 chilometri), e quindi, martedì, gran finale con la Civitella del Tronto-San Benedetto, di 177 chilometri.
Tutti gli appassionati del pedale e i curiosi potranno così ammirare da vicino alcuni dei nomi più altisonanti del panorama ciclistico mondiale, perché, da quando la corsa dei due mari è stata inserita nel circuito del Pro Tour, tutte (o quasi) le stelle del ciclismo passano attraverso questa gara.
Alcuni nomi? Petacchi (vincitore delle ultime due tappe di San Benedetto), Bettini (campione del mondo, caduto gravemente nella tappa di Offagna, «ma non abbandono, le prossime settimane sono le più importanti della mia carriera»), Freire, Vinokourov, Boogerd, Pozzato, Riccò, Garzelli, Kloden, O’Grady, McEwen, e via dicendo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 797 volte, 1 oggi)