CONSIGLI 6: ha ben poche colpe in occasioni dei due gol incassati. Per il resto di gara viene impegnato poco o nulla. A voler fare i puntigliosi non è irreprensibile quando Ercolano per poco non lo beffa, colpendo la traversa.
TINAZZI 5,5: è vero che limita un certo Schetter, vale a dire il giocatore più temibile dell’undici di casa, però dalla corsia di competenza partono i due traversoni dai quali scaturiscono i gol aquilotti. In sintesi: la sua prestazione non può essere considerata sufficiente.
VARRIALE 6: De Giorgio non è Schetter, eppure il terzino ciociaro, anche oggi con la fascia di capitano al braccio, lo controlla senza apprensioni. Con l’ingresso in campo di Grillo si accentra nella difesa a cinque ridisegnata da Ugolotti.
VISONE 6,5: partita di grande sacrificio per il centrocampista napoletano, che copre la mediana e sradica un sacco di palloni ai dirimpettai biancoblu.
ZAMMUTO 6,5: viene impiegato nel suo ruolo, quello di centrale, e fa alla grande la sua parte, annullando Ercolano, soprattutto nel gioco aereo. Conferma di essere il difensore più in forma di cui dispone attualmente Ugolotti. Ci piacerebbe trovasse più spazio.
DIAGOURAGA 5,5: stesso discorso fatto per Tinazzi: gioca la sua onesta partita, togliendo spesso le castagne del fuoco, poi però, proprio sul finire, lascia saltare indisturbato Perna, che mette a segno il gol vittoria. Dopo il triplice fischio dell’arbitro colleziona il secondo cartellino giallo, che, bene che vada, gli farà saltare il match contro il Teramo.
CARLINI 6: non impressiona, come ormai gli capita da un po’ di tempo, però tiene in apprensione la retroguardia metelliana in più di una circostanza.
GIORGINO 6,5: torna a indossare una maglia da titolare dopo tre mesi (derby di dicembre contro l’Ancona). Merita un grande plauso, perché interpreta nel migliore dei modi l’incontro, innalzando una diga davanti alla propria difesa.
MORANTE 6: si fa in quattro per difendere palloni e far salire la squadra. Il grande dispendio di energie lo condiziona negli ultimi 16 metri: fallisce un paio di ghiotte occasioni, una delle quali proprio nel finale.
IOVINE 6,5: originario di Cava, nel “suo” stadio si conferma il solito gladiatore. Insieme a Giorgino forma una coppia difficile da superare. Alfano spesso è costretto a girare a largo.
DESIDERI 7: mette a segno il gol più bello segnato dalla Samb sino ad ora. Un colpo di fortuna? Non crediamo: gli abbiamo visto altre volte provare colpi a effetto. Un interno a girare degno del miglior Del Piero.
GRILLO (dal 20′ st) 6: nel finale di sofferenza contribuisce a chiudere tutti gli spazi alla Cavese. Bravo, non era facile, ad entrare subito in partita.
TRIPOLI (dal 29′ st) 6: in una ventina di minuti crea i maggiori pericoli alla difesa metelliana. Serve a Morante, poco prima della beffa finale, la migliore palla gol dell’incontro.
FANELLI (dal 34′ st) s.v.: ha a disposizione pochi minuti per poter incidere.
UGOLOTTI 6,5: stava per rivelarsi un capolavoro la terza trasferta di fila di Consigli e soci. Il tecnico di Massa l’aveva preparata al meglio questa partita, facendo tesoro, verrebbe da dire, degli errori commessi a Foggia la domenica precedente: complice anche qualche assenza di troppo, ha disegnato una Samb da battaglia che contiene senza grossi affanni la Cavese che al Lamberti non perde da quasi due stagioni.
Nel finale toglie Carlini e Desideri per irrobustire la difesa. Non fosse stato per la capocciata di Perna – che in novembre, con la maglia della Ternana, aveva combinato un altro scherzetto alla Samb – staremmo qui a commentare un punto prezioso in chiave salvezza.
ZONNO 5: per una volta mettiamo il voto pure all’arbitro. Dopo aver diretto in maniera tutto sommato sufficiente, sbagliando un po’ per parte, nel finale penalizza in modo evidente la formazione marchigiana. Prima ferma Tripoli per un fuorigioco inesistente, poi non espelle Arno, già ammonito, per un’evidente irregolarità sempre ai danni dell’attaccante palermitano. Infine, come se non bastasse, caccia Ugolotti e Diagouraga, rendendo ancora più amata la beffa del Lamberti: domenica prossima, per lo scontro diretto contro il Teramo, rossoblu di nuovo in emergenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 939 volte, 1 oggi)