GROTTAMMARE – Approvato il Bilancio 2007: il Consiglio Comunale dello scorso mercoledì 14 marzo, ha visto approvato il bilancio 2007 con 13 voti a favore da parte della maggioranza e 7 contrari, della minoranza.

Nel particolare il bilancio non prevede aumenti di imposte o tasse, l’unica variazione, ma in positivo, è la già deliberata detrazione Ici in favore dei pensionati a basso reddito (consiglio comunale del 13 febbraio), che va ad alleggerire ulteriormente un’Ici prima casa al 4 per mille, in vigore in pochissimi Comuni italiani.

Confermati i buono mensa scolastica a 2,5 euro e lo scuolabus a 46,5 annui.

Lungo dibattito sull’ipotesi di abbattimento dell’ICI sulla prima casa, discussione che verrà approfondita in seguito. Astensione della minoranza solo per il punto sul contratto di quartiere II-Grottammare nord, riguardante l’adeguamento del programma delle opere da realizzare al finanziamento concesso dalla Regione Marche.

Al contrario unanimità nella scelta di destinare l’intera quota dei proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria alla Chiesa di Sant’Agostino, uno degli edifici storici di Grottammare; il consiglio si è anche impegnato a destinare ogni anno 30.000 euro, fino al 2010, per sostenere un intervento di consolidamento, preceduto da un’indagine geo-radar del sottosuolo.

Durante la seduta è stata aggiornata la composizione della III commissione consiliare per le attività produttive e politiche per il lavoro: Giuliano Vitaletti sostituirà la consigliera Lara Carosi – che era subentrata allo scomparso dottor Gino D’Ercoli – mentre la minoranza ha espresso il nome del consigliere Francesco Palestini al posto del dimissionario Filippo Olivieri.

Il consigliere Daniele Voltattorni non ha considerato soddisfacente la riposta all’interrogazione presentata da alcuni consiglieri di minoranza (Concetti, Marconi, Palestini, Rossi, Voltattorni) in merito all’applicazione della Tarsu, poiché la minoranza ritiene validi i parametri di calcolo contenuti in una circolare dell’ufficio del Catasto che però non risultano tali dalla verifica dell’ufficio Tributi, come argomentato dal sindaco sulla base delle leggi vigenti e di una vasta giurisprudenza in merito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 475 volte, 1 oggi)