SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto si prepara ad accogliere la 42a edizione della Tirreno Adriatico, la celebre corsa ciclistica internazionale partita lo scorso mercoledì da Civitavecchia e destinata a concludersi proprio nella città delle palme.
Oggi si è consumato il terzo atto, la Marsciano-Macerata, che ha dato il là ad una cinque giorni tutta marchigiana, che proseguirà con la Pievebovigliana-Offagna (sabato) e la Civitanova Marche-Civitanova Marche Alta (domenica).
La prossima settimana, lunedì e martedì, i due appuntamenti conclusivi: la San Benedetto del Tronto-San Giacomo Monti della Laga, un percorso pari a 164 km che prenderà il via da piazza Giorgini (intorno alle 11), passando per Viale dello Sport e che, da via Maffei, riprenderà la Statale 16 fino a congiungersi con l’Abruzzo; e la Civitella del Tronto-San Benedetto del Tronto (177 km) che, come tradizione, terminerà sul lungomare Buozzi.
In merito a quest’ultima tappa il percorso sarà leggermente diverso rispetto alle precedenti edizioni, a causa dei lavori che da ottobre stanno interessando il lungomare di Porto d’Ascoli. I cicilisti – che da Civitella scenderanno per Ripatransone e dovrebbero transitare per Grottammare tra le ore 13,30 e le 14,30 – verranno fatti passare per via Zandonai e via Sgambati, vie finora mai “toccati” dai ciclisti della Tirreno Adriatico.
«Passano le amministrazioni ma si rinnova il connubio tra San Benedetto e questa corsa che ha sempre un grande fascino – spiega l’assessore allo Sport Eldo Fanini – Tra l’altro la nostra città, in virtù della diretta televisiva della Rai e della grande attenzione dei media, avrà gli occhi di tutta Italia addosso. Non possiamo fare a meno di un evento che è fra i più prestigiosi tra quelli ospitati».
Insieme a Fanini, hanno presentato la corsa dei Due Mari il Comandante dei Vigili Urbani Pietro D’Angeli e il Maggiore Nazzareno Rossini, i quali hanno sottolineato lo sforzo cui saranno chiamati, in occasione della Tirreno Adriatico, più di cento uomini tra forze dell’ordine, Corpo Forestale e, per la prima volta, un gruppo di volontari della Protezione Civile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 605 volte, 1 oggi)