SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pochi dubbi per la Samb, nonostante spesso mister Ugolotti ci abbia abituato a delle sorprese, in vista della trasferta di Cava dei Tirreni.
I rossoblu in Campania saranno contati, specie nel reparto difensivo. Intanto hanno ripreso a lavorare, seppure a regime ridotto, i vari Chessari, Loviso e Diagouraga. Per il centrocampista ex Bologna si profila, al massimo, la panchina – difficile che gli venga preferito Giorgino, sempre escluso nelle ultime uscite – mentre il difensore francese alla fine stringerà i denti e prenderà regolarmente posto al fianco di Esposito.
Dovrebbe indossare una maglia da titolare anche Tinazzi, nonostante il terzino abbia ripreso solo ieri, mentre sulla corsia opposta vedremo Varriale. A centrocampo Fanelli dovrebbbe fare coppia con Iovine, mentre Visone e Carlini si piazzeranno sugli esterni. Olivieri infine dovrebbe sistemarsi a sostegno di Morante.
BORSINO I rossoblu nel pomeriggio hanno sudato al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli. Assenti Simonetta e Della Rocca, quest’ultimo a letto con la febbre, mentre Chessari, Loviso e Diagouraga hanno svolto un lavoro differenziato. Esposito ha lasciato il campo con la borsa del ghiaccio sul naso per una botta presa nel corso della consueta partitella di fine seduta.
Domani, sabato, rifinitura all’Ama Campus di Pagliare del Tronto.
QUI CAVA prosegue senza intoppi la preparazione in casa biancoblu. Mister Campilongo contro la Samb dovrà fare a meno degli infortunati Tarantino e Sorbino e dell’infortunato Aquino. Praticamente fatta la formazione che sfiderà i marchigiani. Solo un paio i dubbi che si porterà dietro fino all’ultimo il tecnico dei campani: Arno o Volpecina per la maglia numero 2 e uno fra Alfano e Prevete (favorito il secondo) per la mediana.
Sul prato del Lamberti ad ogni modo vedremo il consueto 4-3-3: Mancinelli in porta, linea difensiva con Volpecina (o Arno), Nocerino, Farina, Cipriani; a centrocampo il trio Prevete (o Alfano)-Russo-D’Amico; in avanti De Giorgio, Ercolano e Schetter.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 628 volte, 1 oggi)