GROTTAMMARE – Riportiamo alcune lettere di protesta per i rumori notturni scritti da turisti che hanno alloggiato nella scorsa estate a Grottammare. Le lettere sono state inviate al sindaco Luigi Merli.
8 luglio 2006: «Spiacente di elevare questo reclamo in questa bella località ove da alcuni anni porto da Roma gruppi di anziani della parrocchia di (…). Alla bellezza della riviera e alla signorile ospitalità fa stridente riscontro l’inurbano, incivile e selvaggio comportamente di numerosi gruppi giovanili che rendono la notte, fino alle quattro di mattina, una bolgia infernale di musica-urla-bestemmie-parolacce a impedire riposo e tranquillità. Non vorrei ricorrere anche alle forze dell’ordine e Prefettura, di certo, se le cose non cambiano, non porterò più nessuno qui».
5 agosto 2006: «…l’impossibilità di riposare e di trascorrere vacanze serene a causa delle annose problematiche di rumore, musica, schiamazzi notturni, danneggiamenti (…) Si pregano le spettabili autorità di intervenire con la massima sollecitudine, onde fermare questo pernicioso male che non ha niente di turistico e di apprezzabile. Su comunicazione dei Carabinieri da noi interpellati alle ore 01:15 lo chalet ha ottenuto dall’amministrazione comunale una deroga agli orari fino alle ore 2. Chissà perché». Seguono dodici firme.
21 agosto 2006: «Io sottoscritto S.M. Dichiaro di aver pernottato presso (…) nella notte tra il 18 e 19 agosto 2006. Non potendo dormire per la musica oltre le 2 (due) lascio per grande fastidio dal caos avuto durante la mia prima notte di soggiorno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.501 volte, 1 oggi)